Rubò Gesù dal presepe, ora aiuterà la Pro loco
La statua fu rimessa in sede dai carabinieri

Rubò Gesù dal presepe di San Colombano, ora lavorerà per la Pro loco

L’autore del furto e del danneggiamento di un anno fa è un minorenne al quale verrò applicato uno speciale piano rieducativo

Aveva rubato il Bambinello dal presepe della piazza del Popolo in San Colombano, staccandogli la testa e gettandolo tra i rifiuti, ora eseguirà lavori utili per la collettività mettendosi a disposizione della Pro loco. È quanto prevede il piano educativo concordato per il minore autore nella bravata di un anno fa. La misura alternativa è stata definita dal Tribunale dei Minori di Milano, nell’ambito del progetto territoriale “Bruciare i tempi” a cui il Comune di San Colombano aderisce.

Il presepe era stato allestito dalla Pro Loco, a sua volta poi coinvolta nel progetto. A consumare il furto era stato un gruppo di sei ragazzi, immortalato dalle telecamere di videosorveglianza e “incastrato” anche dalle immagini della loro “bravata” postate su alcuni social network. Al momento però i giudici hanno stabilito la misura alternativa solo per uno dei protagonisti, in quanto identificato come autore materiale del furto.

Battista Bianchi

«Il ragazzo ha capito le conseguenze della bravata, e ha collaborato - spiega il vicesindaco Battista Bianchi -. Quella di un anno fa è stata un’azione che ha suscitato indignazione, ma ora il ragazzo potrà dimostrare di aver capito la lezione». Come? «Si metterà a disposizione della Pro loco per dare una mano negli allestimenti necessari per alcune manifestazioni, e in occasione della Festa dell’uva si presterà a realizzare su pannelli dei dipinti murales, una sua passione. Come si può intuire - è la chiosa -, non è un percorso punitivo, ma di tipo educativo, con il quale si estinguerà il procedimento penale». Nella speranza che il percorso redentivo sia di lezione a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.