A disposizione dalla Caritas Lodigiana venti nuovi posti letto per le emergenze
Alcuni dei trenta posti letto situati nella struttura di via Defendente a Lodi gestiti da Progetto Insieme

Venti nuovi posti letto per le emergenze in via San Giacomo messi a disposizione dalla Caritas

Grazie a questo ulteriore impegno, i letti per i poveri in città salgono a un centinaio

Venti nuovi posti letto per affrontare le emergenze e i rigori dell’inverno. Li metterà a disposizione nei prossimi giorni la Caritas Lodigiana, in un locale situato a Lodi, in via San Giacomo. La Caritas da sempre si occupa del problema dei senzatetto e in questi decenni è riuscita a risolvere decine e decine di situazioni di grave disagio. Negli ultimi mesi ha dispiegato un impegno ulteriore per cercare di fornire una risposta alla grave situazione creatasi sotto il ponte della tangenziale di Lodi, e per i padri di famiglia che dormono in automobile, o in disparati luoghi di fortuna. Tra questi non ci sono solo ragazzi di colore arrivati da terre lontane, ma anche tanti italiani - lodigiani - che hanno perso il lavoro o stanno attraversando momenti di pesante difficoltà.

I venti nuovi posti letto messi a disposizione dalla Caritas diocesana andranno ad aggiungersi a quelli già presenti in città: ce ne sono una trentina nelle due strutture gestite da Progetto Insieme, altri 21 alla Casa dell’accoglienza maschile “Don Luigi Savarè”, e poi 13 in quella femminile di via San Giacomo, e una quindicina nelle strutture delle suore di Sant’Anna in via Paolo Gorini e delle Operaie del Vangelo in via Magenta. Grazie ai nuovi venti posti letto della Caritas Lodigiana - si tratterà di una soluzione momentanea, per fronteggiare l’emergenza - la città riuscirà a dare ricovero a un centinaio di persone.

Cento posti letto sono davvero tanti per Lodi, ma appaiono comunque pochi nel mare dei bisogni. «Qualcosa bisogna fare - dichiara Carlo Bosatra, direttore della Caritas diocesana - il nostro è un piccolo “segno”, una goccia che non riuscirà ad esaurire le necessità. Ma è un seme di speranza che rimane vivo nell’impegno di chi non si arrende e vuole continuare a riconoscere nell’uomo, in ogni uomo, un bene imprescindibile. È l’umanità che spera ed agisce, in modo spesso silenzioso, sicuramente disinteressato, dove l’unico interesse è salvaguardare sempre e comunque la vita, anche quella più misera e calpestata».

Carlo Bosatra tiene a precisare che ai nuovi venti posti letto non potrà accedere chiunque: prima dovrà passare attraverso i Centri d’ascolto della Caritas, nella consapevolezza che verrà inserito in un cammino educativo, che consenta di cercare di trovare una soluzione alla situazione di indigenza nella quale si trova. Per richieste, approfondimenti o per offrire la propria disponibilità quale volontario a volontaria è necessario rivolgersi alla Caritas. Telefono 0371.948130. Email: caritas@diocesi.lodi.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.