Il “gigante” del gas pronto a partire
L’impianto sarà in grado di scambiare 27 milioni di metri cubi di gas al giorno sulla rete di trasmissione nazionale

Il “gigante” lodigiano del gas pronto a partire

Conclusi test e collaudi si attende solo il via libera definitivo per l’impianto di stoccaggio di Cornegliano

Dal primo passo - la gara per la concessione dello stoccaggio indetta dal Ministero - sono passati 17 anni. Quasi esatti, era il 31 ottobre del 2001. Da allora ad oggi, tra cascina Sesmones e la 235 Lodi-Casello, tra cascina Bossa e cascina Cesarina, a ridosso dell’abitato di Cornegliano e della provinciale 186, sono passati 1,1 miliardi di euro. E centinaia di persone, con picchi anche di 800 lavoratori al giorno nei periodi di massimo sviluppo del cantiere. Chiusa la fase dei test per il maxi impianto di stoccaggio di Cornegliano Laudense. Ora si attende solo il via libera definitivo per l’immissione del gas e la fase di avviamento dell’impianto.

L’impianto (foto Paolo Ribolini)

Chi dovrà esprimersi è il Ctr, il Comitato tecnico regionale - di concerto con l’Unmig, l’Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse - che ha già aperto un’istruttoria sul rapporto di sicurezza presentato dalla società Ital Gas Storage, titolare della concessione.

E proprio sulla base del parere finale del Ctr, come deciso nell’ultimo vertice di coordinamento territoriale voluto dalla prefettura di Lodi, verrà allestita anche una comunicazione diretta alla cittadinanza dei comuni coinvolti, in cui saranno specificati anche gli eventuali scenari di incidente e le possibili ricadute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.