Provincia, escluso il Pd: «Fuori per colpa nostra»
Lodi , la sede dalla Provincia

Elezioni in Provincia, nessuna lista del Pd: «È colpa nostra»

I democratici valutano la possibilità di un ricorso: il voto di secondo livello sarà il 31 ottobre

Il centrosinistra è fuori dalle elezioni per il consiglio provinciale: le liste che correranno il 31 ottobre saranno tutte dell’area di centrodestra. Alla base dell’esclusione un vizio di forma: manca l’autenticazione di alcune sottoscrizioni. Il Pd ammette la colpa e intanto valuta se ci sono gli estremi per un ricorso, ma esprime tristezza per l’esultanza delle altre forze politiche.

o di secondo livello (riservato agli amministratori del territorio) il consiglio provinciale. La lista del Pd “Uniti per il Lodigiano” è stata però estromessa per la mancanza dell’autenticazione di 14 firme sulle 44 presentate. Il minimo di sottoscrizioni richieste era di 36, ma il Pd si è fermato a 32.

«C’è stata una dimenticanza, un errore umano che nessuno nega, ma al tempo stesso rileviamo la stranezza della procedura di verifica della completezza dei documenti» spiega Roberta Vallacchi della segreteria provinciale del Pd.

Oltre alla lista Pd, resta fuori anche la lista “Unione civica lodigiana” di sindaci indipendenti (vicini però al centrosinistra), anch’essa incappata in un errore formale sulle sottoscrizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.