Telecamere sulle divise, in arrivo sei body cam
Il nuovo dispositivo che equipaggerà gli agenti della polizia locale Archivio

Lodi, telecamere sulle divise dei vigili urbani: in arrivo sei body cam

Il Comune ha aderito a un bando della Regione

Davide Cagnola

Piccole telecamere da applicare alla divisa per riprendere le fasi più delicate di un intervento. La polizia locale ha aderito al bando della Regione per dotarsi di sei body cam e di altrettanti dispositivi per la lettura delle immagini registrate. Proprio nei giorni scorsi la Regione ha aggiunto 100mila euro ai 300mila già stanziati per questo bando. Le domande pervenute sono 230 e la graduatoria finale sarà stilata entro il prossimo 5 ottobre. Attualmente nel Lodigiano gli unici comuni ad averle già adottate sono Codogno e Sant’Angelo.

Il comandante della polizia locale Germanà Ballarino con il sindaco Casanova

«L’esigenza di questi dispositivi nasce da un discorso di sicurezza dell’agente - spiega il comandante della polizia locale Fabio Sebastiano Germanà Ballarino -. Attivandola infatti può riprendere e registrare quello che succede attorno a lui, a testimonianza della bontà dell’intervento, e le immagini possono anche essere usate a tutti gli effetti come fonte di prova».

Ma non è questo l’unico loro utilizzo. Le telecamere mobili infatti possono anche essere posizionate in punti strategici e risultare decisive in attività di polizia giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.