Semafori gialli “pericolosi”, la giunta chiede l’onda verde
La giunta Concordati chiede di realizzare un’onda verde per gli impianti semaforici all’incrocio di San Rocco

Via Emilia a Casale, semafori gialli “pericolosi”, il Comune cerca una soluzione

L’impianto lampeggiante adottato per rendere più scorrevole il traffico genera confusione tra gli automobilisti

A distanza di quattro anni e mezzo dall’istituzione dell’onda gialla per i semafori della Via Emilia (scelta dalla vecchia amministrazione Parmesani) a Casale la giunta chiede all’ufficio tecnico di intervenire per realizzare un’onda verde, che darebbe maggiore certezza agli automobilisti. Il giallo lampeggiante, realizzato per risolvere i problemi di scorrevolezza del traffico, sembra confondere gli automobilisti e la questione sicurezza all’incrocio semaforico di San Rocco sulla via Emilia non è ancora risolta.

«La questione sicurezza per il transito sulla via Emilia ha la precedenza – spiega il vicesindaco Labbadini -. Per questo abbiamo avviato una richiesta all’ufficio tecnico di intervenire trasformando quella che oggi è un’onda gialla, il giallo lampeggiante, in un’onda verde, con il semaforo sulla via Emilia fisso sul verde. Così all’arrivo di auto dalle strade laterali, scatterebbe il normale giallo e poi il rosso, senza fraintendimenti».

Ora il sistema funziona invece in questo modo: chi transita sulla via Emillia si trova sempre il giallo lampeggiante e può attraversare Casale rapidamente, mentre sulle strade laterali c’è il rosso fisso; quando un’auto arriva su una delle vie laterali, sulla via Emilia il giallo lampeggiante diventa fisso per alcuni secondi, e poi rosso, facendo scattare il verde sulle laterali.

Conclude Labbadini: «Certo, devono valutare i tecnici, probabilmente con la ditta che fa la manutenzione. Ma è ora che si sistemi definitivamente il problema di sicurezza, e l’onda verde risolverebbe la questione con facilità di comprensione per tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.