Paullo scalda i motori sul controllo di vicinato
Paullo darà vita al controllo di vicinato in attesa di creare anche i “Vot”

A Paullo il controllo di vicinato è pronto a partire

Un terzo dei commercianti ha già dato la sua adesione

Paullo scalda i motori per la partenza del controlli di vicinato, ma non intende fermarsi qui. Il Comune è al lavoro anche per creare i “Vot” (Volontari osservatori del territorio) ovvero il “braccio operativo” del controllo di vicinato, normali cittadini che in rapporto diretto con la polizia locale (e opportunamente formati) tengono monitorato il territorio. Da qui l’appello a collaborare nella realizzazione di questa iniziativa, dando la propria disponibilità. Per quanto riguarda il controllo di vicinato, ha già aderito circa un terzo dei commercianti locali.

«Abbiamo già un regolamento e l’istituzione imminente del controllo di vicinato può essere considerato il preludio per poi indirizzare la nascita dei Vot, ossia i Volontari osservatori del territorio anche a Paullo» spiega il capogruppo della Lega Renato Pignarca.

Renato Pignarca

Sull’importante tematica è nato un gruppo di lavoro bipartisan. In questa direzione è stato condiviso un “pacchetto di sicurezza” a tutto tondo per la città di Paullo, che prevede la posa di telecamere di contesto, la rilevazione elettronica degli ingressi, il coinvolgimento delle attività commerciali e dei cittadini nel cosiddetto neighborhood watch e, infine, l’istituzione dei “Vot”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.