Danni ingenti causati dalle nutrie, il Lodigiano ora chiama la Regione
I danni causati dall nutrie in una foto d’archivio

Allarme nutrie: «Nel Lodigiano danni fino a 700mila euro»

Dal presidente del Consorzio Muzza richiesta di aiuto alla Regione

Le nutrie nel Lodigiano causano danni per centinaia di migliaia di euro. L’allarme arriva dal presidente del Consorzio Bonifica Muzza Ettore Grecchi, che ieri ha portato la questione all’attenzione dell’assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi. «La situazione non è più sostenibile – spiega Grecchi -, le nutrie scavano, creano tunnel e provocano erosioni che a loro volta fanno franare le sponde dei canali disperdendo l’acqua; questo fenomeno ormai tocca tutto il reticolo Lodigiano – precisa il presidente – e comporta costi di ripristino ingenti: come Consorzio quasi ogni giorno dobbiamo intervenire per risolvere i danni causati dalle nutrie ai nostri canali per un costo annuale che si aggira ormai fra i 600 e i 700mila euro».

Nel Lodigiano la presenza delle nutrie è cresciuta sensibilmente di anno in anno insieme ai danni. Scavando nel terreno infatti erodono sponde e rive, oltre a creare enormi buche nei campi coltivati, dove spesso rovinano i raccolti, rosicchiando e spezzando il mais.

Ettore Grecchi , presidente del Consorzio Muzza

Da qui la richiesta di aiuto all’assessore Rolfi per riaprire il dibattito sull’emergenza e per individuare delle soluzioni più incisive. «L’assessore regionale ha subito compreso il problema – riferisce Grecchi – e ci ha chiesto di fornire il prima possibile una relazione dettagliata sul tipo di danni e sui costi per poterla portare in discussione sui tavoli della Regione, ma anche a livello nazionale in modo tale da poter disporre poi delle risorse e degli strumenti per risolvere davvero il problema».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.