Un’ordinanza e una serie di multe le cause dell’aggressione a Depoli
Il sindaco di Terranova Roberto Depoli

Un’ordinanza e una serie di multe le cause dell’aggressione a Depoli

Si chiariscono i contorni dell’episodio ai danni del sindaco di Terranova

Svelato il motivo scatenante dell’aggressione al sindaco di Terranova Roberto Depoli: sta scritto nero su bianco sull’ordinanza pubblicata sull’albo pretorio del Comune e firmata dal primo cittadino il 20 giugno scorso, e con cui Depoli contesta ai vicini di casa della madre – alla frazione San Giacomo - oltre 2mila euro di sanzioni amministrative per violazioni edilizie e abbandono di rifiuti, ordinando altresì la rimozione dell’allevamento di animali dalla proprietà, la demolizione del capanno utilizzato per il ricovero dei cavalli, l’adeguamento dell’impianto fognario, la trasmissione della documentazione che attesta la rimozione dell’amianto e infine la rimozione della carcassa di un’auto previa estinzione di un debito nei confronti del Comune pari a 3.380,36 euro.

Il municipio di Terranova

Un salasso che i destinatari evidentemente hanno mal digerito, e che ha scatenato la reazione violenta. Presumibilmente l’atto era stato notificato al diretto interessato il giorno stesso o qualche giorno prima dell’aggressione, fatto sta che martedì sera, quando Depoli è arrivato a casa della madre per salutarla, nel rincasare dal lavoro, il vicino ha avuto uno scatto d’ira e lo ha colpito con una badilata in testa. Per sua fortuna aveva indosso il casco, ma ciò non gli ha evitato di ricorrere alle cure mediche in ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.