Paullo, la Muzza restituisce il corpo di Sara Luciani
Paullo, il ritrovamento del cadavere

Paullo, la Muzza restituisce il corpo di Sara Luciani

Il cadavere della 21enne scomparsa da Melzo è stato avvistato da un pescatore, nessuna traccia invece dell’auto

(ore 16) Era quasi incastrata in un’ansa della Muzza, poco oltre le chiuse della Casa dell’Acqua: a notare il corpo, galleggiare mollemente vicino alla sponda, sono stati due pescatori che si trovavano nella postazione che occupa la sponda destra della Muzza. Il corpo, gonfio e con ancora addosso un top e i leggings neri che Sara aveva al momento della scomparsa, è stato recuperato attorno alle 14,30. Sul posto, medico legale e magistrato. Ancora nessuna traccia, invece, dell’autovettura a bordo della quale presumibilmente si trovava.

Il sindaco di Paullo sul luogo del ritrovamento

(ore 15.30) Si aspetta il medico legale, per un primo esame del corpo e per avere una sommaria idea sulle cause del decesso, ma nel frattempo in via Buonarroti, chiusa al transito, è arrivato anche il sindaco di Paullo, Federico Lorenzini. Non sembrano comunque esserci dubbi sul fatto che il corpo emerso dalle acque della Muzza sia proprio quello della 21enne di Melzo, svanita nella notte tra venerdì e sabato e il cui fidanzato era stato ritrovato, sabato mattina, privo di vita.

(ore 15) È stato un pescatore, che ha visto un corpo galleggiare lungo la sponda destra, poco dopo le chiuse della Casa dell’acqua di Paullo, a dare l’allarme e a permettere il recupero del corpo che, secondo le prime informazioni, sarebbe proprio quello della giovane donna, Sara Luciani, che da quattro giorni era oggetto di una serrata ricerca nelle acque della Muzza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.