Comuni al voto: ecco i risultati delle urne
Massalengo, Serafini festeggia la vittoria insieme ai sostenitori, all'una e 40 la proclamazione.

Comuni al voto: ecco i risultati delle urne

Riconfermati Iesce (Sordio) e Curti (Cavenago), Lottaroli vince a Turano, Serafini a Massalengo. Saltarelli primo sindaco di Castelgerundo

Severino Serafini è il nuovo sindaco di Massalengo. Con oltre 700 voti di scarto la lista civica Uniti in Massa si è assicurata la guida del comune e ha riscattato l’esito del 2014 quando lo stesso Serafini perse contro l’ex sindaco Domenico Papagni per soli 13 voti. Percentuali bulgare per Serafini che ha messo al sicuro la vittoria con oltre il 69 per cento di consensi, superando con una vittoria netta la candidata Rosa Marazzina, ex vice sindaco e assessore ai servizi sociali, oggi alla guida della lista civica Insieme si può. Festa al polo scolastico di via Liberazione tra i sostenitori di Serafini, sommerso da abbracci, congratulazioni e il classico bagno di spumante. A festeggiare la vittoria dello storico militante leghista, che ha catalizzato il sostegno del centro destra unito, lo Stato maggiore del Carroccio, con l’onorevole Guido Guidesi, l’assessore regionale Pietro Foroni e il segretario provinciale Claudio Bariselli.

A Cavenago il sindaco uscente Sergio Curti è stato riconfermato e comincia il suo terzo mandato. Giuseppe Rossella, ex medico di base del paese, ha tenuto la posizione, più staccato il terzo candidato Pietro Fortini.
A spoglio concluso Sergio Curti ha ottenuto 500 voti (46,29 per cento), Giuseppe Rossella 385 voti (35,64 per cento), Pietro Fortini 195 voti (18,05 per cento)
I due sfidanti hanno preferito seguire lo spoglio a distanza, aggiornati puntualmente dai fedelissimi sul posto.

Operazioni di spoglio a Cavenago

È Emiliano Lottaroli il nuovo sindaco di Turano. Con la lista “Uniti per Turano e Melegnanello” amministrerà il paese. Nel testa a testa con la sfidante Elena Cecconi di “Giovine Turano” l’ha spuntata. Entrambi hanno staccato di diversi punti gli avversari Mario Pintaldi con “Movimento democratici per Turano e Melegnanello” e Luca Guerra di “Viva Turano Viva”.
La lista di Lottaroli ha ottenuto 274 voti; Cecconi ne ha conquistai 222; Pintaldi ha strappato 122 voti; Guerra si è assestato a 110.
Dal consiglio comunale resta fuori la lista di Guerra.
Il consiglio comunale sarà così composto: per la maggioranza, oltre al sindaco Lottaroli, Umberto Ciampetti, Carlo Pisati, Gabriele Salvi, Giorgio Navarra, Davide Forti, Andrea Luccato, Nadia Zighetti; in minoranza per la lista Cecconi, Elena Cecconi ed Elena Maiocchi; per la lista Pintaldi entra Pintaldi.

Turano, primeggia la lista 1 di Emiliano Lottaroli

La vittoria con riconferma del sindaco Salvatore Iesce a Sordio è stata una delle più larghe nella storia amministrativa recente del Lodigiano. A spoglio concluso Iesce, alla guida di “Sordio Può”, compagine civica vicina al centrodestra, torna ad indossare la fascia tricolore con 1046 voti (77,94 per cento), a fronte dei 296 dell’unico concorrente Francesco Rana (”Democratici Uniti per Sordio”, ferma al 22,05 per cento). Una forbice simile, che porterà nove consiglieri più il sindaco a “Sordio Può”, si ricorda in pochi altri casi sul territorio. Tuttavia la percentuale di votanti, 54,98 per cento, 1379 su 2508 iscritti, mette in moto riflessioni sulle grandi difficoltà della politica locale e sul ruolo decisivo, in un certo senso, della presenza di una lista ora in minoranza per superare la metà del corpo elettorale. Lo stesso sindaco, pur felice per il larghissimo successo, nella notte della vittoria annotava «la necessità prioritaria di favorire la partecipazione politica».

Sordio, la festa per la vittoria di Iesce

È Daniele Saltarelli il primo sindaco di Castelgerundo. Dopo l’affluenza record al referendum per la fusione arrivata a quota 81 per cento, anche Castelgerundo fa i conti con un netto calo di chi è andato alle urne: il 57,6 per cento. «Avevamo dato un po’ per scontato che la gente andasse a votare, avremmo potuto fare di più», commentava ieri sera a spoglio in corso l’ex sindaco di Camairago Giuseppe Gozzini, tra i candidati della lista “Progetto Castelgerundo” che come tutti gli altri siederà in consiglio comunale. Le preferenze espresse dagli elettori attestano Gozzini a 32, Davide Laucello a 59, Lorenzo Cremonesi a 35, Sara Cigognini a 7, Loretta Rugginenti a 11, Alessandro Bertoni a 21, Giuseppe Gozzini, Luigi Ferrari a 3, Carmen Razzetti a 11, Giovanni Enrico Zeni a 56 e Renzo Clerici a 19. Le schede bianche sono state 22 e 9 le nulle. Ieri sera, superato il quorum e anche la maggioranza dei voti per la lista, ai seggi a Camairago si è festeggiato con brindisi e torta.

Brindisi per Saltarelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.