Tagli al personale, monta la protesta al Mercatone Uno
Le lenzuola con le scritte di protesta

Mercatone Uno, la protesta dei lavoratori dopo l’annuncio dei tagli

Striscioni sono apparsi a Pieve lungo la recinzione: a rischio con il passaggio di proprietà 23 dei 42 addetti del polo lodigiano

Dopo i tagli al personale annunciati dalla nuova proprietà nei giorni scorsi, si alza la protesta dei dipendenti del Marcatone Uno di Pieve Fissiraga. Striscioni sono stati esposti sulla recinzione e sono visibili dagli automobilisti che transitano sulla Lodi-casello. Alla fine della settimana si avvierà la trattativa, sono a rischio 23 posti di lavoro su 42. Tre anni fa Mercatone Uno era andato in crisi con l’apertura di una procedura di concordato, l’amministrazione straordinaria concessa dal ministero ha aperto le porte alla cessione degli asset del gruppo.
La Shermon Holding (costituita da imprenditori del settore per salvare il marchio) rileverà 55 punti vendita, il gruppo Cosmo (marchio Globo) ne acquisirà 13, tra cui quello di Pieve. Ma con pesanti tagli all’occupazione.
A Pieve, degli attuali 42 ne saranno presi in carico solo 14 a tempo pieno e 5 a tempo parziale, con una garanzia occupazionale di almeno due anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.