Troppi incidenti sulla 23: «La strada va chiusa ai tir»
Un’incidente sulla Pedecollinare: il Comune chiede lo stop ai mezzi pesanti

Troppi incidenti sulla 23 a San Colombano: «La strada va chiusa ai tir»

La giunta scrive alla Città Metropolitana per chiedere il blocco dei mezzi pesanti

Andrea Bagatta

Strada pericolosa, il Comune di San Colombano chiede alla Città Metropolitana la chiusura della Pedecollinare, la sp 23, al transito dei mezzi pesanti sopra le 35 tonnellate. Una nuova richiesta in tal senso è in partenza dall’amministrazione comunale.

Una nuova richiesta in tal senso è in partenza dall’amministrazione comunale.

«Si sono verificati diversi incidenti che hanno coinvolto autoarticolati e bloccato la viabilità locale, e la chiusura ai camion del ponte sul fiume Po nei pressi di Pieve Porto Morone ha intensificato il transito dei tir nel centro abitato – scrive alla Città Metropolitana l’assessore comunale al territorio Michela Binda -. Il tratto di sp 23 nel nostro territorio non è idoneo al transito degli autoarticolati. Le dimensioni della carreggiata sono quelle di una strada urbana, e il percorso tortuoso ne limita l’uso in sicurezza. E anche l’accesso e l’uscita verso la ex strada statale Mantovana è del tutto privo di dimensioni e di geometrie che garantiscano la sicurezza viabilistica».

. La battaglia per avere risposte va avanti da tempo: «Da anni si chiede un intervento alla Città Metropolitana e non si hanno riscontri concreti – prosegue l’assessore Binda -. Questa amministrazione ritiene di non poter più soprassedere su questa situazione diventata insostenibile, pertanto si chiede un intervento immediato per salvaguardare la salute pubblica dei cittadini, ma anche la sicurezza viabilistica degli automobilisti. Si pensa sussistano tutti i presupposti di urgenza e di natura contingibile affinché possiate agire concretamente ed assumere un provvedimento (un’ordinanza) che vieti il transito di mezzi pesanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.