lo studioIl settore stenta a decollare nel territorio nonostante le molte potenzialità: Lodi paga la mancanza
L’ex Cavallerizza, convitato di pietra del sistema turistico lodigiano

I gioielli e poco altro: a Lodi il turismo è “zero”

Dalle carenze del sistema museale a quelle dell’accoglienza: ecco perché il nostro territorio non sfrutta le sue potenzialità

Nel libro “Musei e patrimonio in rete” pubblicato nel 2014, la professoressa Lucia Cataldo, docente di Museologia e Beni culturali a Firenze e Verona, ha dedicato un capitolo allo studio del Lodigiano, considerato tradizionalmente un territorio senza una spiccata vocazione turistica.

Ma lo studio non manca di segnalare le criticita, come il clima caldo-umido, la mancanza di un centro attrattore turistico, il numero ridotto di strutture ricettive, una segnaletica turistica ancora carente, l’apertura insufficiente dei musei. Il progetto di “Sistema museale” si fonda su due centri, Lodi e Sant’Angelo, «ma nessuno dei due assolve al ruolo di attrattore per il territorio», mentre la realizzazione di un nuovo museo civico è rimasta al palo.

L’autrice indica però quattro “spunti” che potrebbero permettere al Lodigiano di trovare le sue peculiarità. Si tratta di quattro “macrotemi”. La rete potrebbe essere costituita, secondo la professoressa Lucia Cataldo, dal macrotema dell’archeologia, inserendo poi il circuito in una cornice regionale; la pittura e la scultura, dal Rinascimento al Novecento, attraverso l’interazione tra monumenti e musei; libri d’arte e libri di musica, sfruttando la raccolta di codici miniati, databili nell’ambito del XV secolo, un percorso che si sviluppa tra il museo dell’Incoronata e la biblioteca dei Filippini; arte e fede, l’arte sacra del Lodigiano, un ambito in cui approfondire la figura di Santa Francesca Cabrini e la religiosità popolare; ambiente e musei scientifici, ovvero l’interesse per le scienze, con un collegamento tra la riserva delle Monticchie, il museo dedicato a Paolo Gorini e l’osservatorio astronomico di Mairago.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.