Strade groviera, lettera al ministro Sulla Valtidone cade motociclista
Buche sulla provinciale della Valtidone

Strade colabrodo, l’assessore di San Colombano scrive al ministro

Michela Binda lamenta lo stato della provinciale 234. L’asfalto rovinato complice dell’incidente che giovedì ha coinvolto un motociclista sulla Valtidone

Il comune di San Colombano, per il tramite dell’assessore Michela Binda scrive a Provincia di Pavia, polizia stradale, ministero delle Infrastrutture e Regione Lombardia per denunciare la devastazione del tratto di provinciale 234 fra Chignolo Po e il comune collinare che mette a rischio l’incolumità dei viaggiatori. L’assessore Binda parla di «grave pericolo per la circolazione stradale» e sollecita tempestivi interventi a fronte delle numerose buche che si sono aperte sulla carreggiata. Intanto nel tratto pavese della 412 Valtidone, alle porte del Lodigiano, giovedì scorso un motociclista si è schiantato contro un camion, complici - a quanto sembra - le voragini presenti sulla strada.

«Vi sono buche continue che ormai devono essere definite “crateri”, c’è stato un intervento tampone con asfalto a freddo dopo la nevicata, ma totalmente eliminato dalle recenti perturbazioni piovose, a seguito delle quali non si è più provveduto ad intervenire a tampone, con la viabilità in seria difficoltà» si legge nell’esposto.

«Sono almeno quattro anni che costantemente segnalo e richiedo più interventi, più attenzione, soluzioni promosse alla tutela dei fruitori della strada e dei residenti in prossimità della stessa – prosegue la lettera -. Le risposte non ci sono mai, ed assisto a una sempre maggiore inadempienza e all’aggravarsi delle condizioni».

L’assessore Michela Binda

La preoccupazione dell’assessore riguarda la sicurezza di chi deve percorrere quella strada. Binda non considera più giustificabile lo stato delle strade con il tema delle poche risorse a disposizione degli enti né con il transito continuo dei mezzi pesanti.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.