Gli oppositori pugliesi del gas presidiano il gigante di Lodi
Due momenti della protesta davanti all’impianto, con le delegazioni lodigiana e salentina unite nella battaglia

Patto tra comitati: la protesta No Tap a Cornegliano con una delegazione pugliese

Sabato pomeriggio il sit-in davanti all’impianto che sta sorgendo alle porte del capoluogo

Dal Salento a Cornegliano Laudense per vedere da vicino il maxi stoccaggio da 2,2 miliardi di metri cubi. E mettere a fattor comune, con il Comitato Ambiente e Salute nel Lodigiano, idee ed energie. La protesta “no tap” - nata in Puglia, intorno agli 8 chilometri di cantiere per il collegamento sulla terraferma all’autostrada del gas lunga 870 chilometri in arrivo dall’Azerbaigian, ma diffusa poi nel resto del Paese per il potenziamento della dorsale che servirà per portare il metano nel Nord Italia e in Europa - , sabato pomeriggio è sbarcata nel Lodigiano.

Cornegliano, la manifestazione

Nella delegazione salentina, anche il leader e portavoce del Movimento No Tap, Gianluca Maggiore, e l’ingegner Alessandro Manuelli. «Si tratta di un’opera del tutto inutile, i cui effetti cadranno sulle spalle degli utenti finali e contro cui si sta sviluppando un’opposizione forte, che va da San Basilio a Bolzano» racconta al “Cittadino” Maggiore.

Sabato pomeriggio, alcuni esponenti in arrivo dalla Puglia, si sono ritrovati in via Lodi alla Muzza per incontrare i referenti del Comitato guidato da Roberto Biagini, per una passeggiata lungo il canale Muzza, per scoprire meglio il cantiere dello stoccaggio in fase di costruzione a Cornegliano.

L’incontro lodigiano servirà anche per varare nuove iniziative di lotta, in forma congiunta, come «una commissione unica per portare la protesta al Parlamento Europeo - aggiunge Roberto Biagini del Comitato lodigiano -: questo progetto ha una portata nazionale ed europea, un’immensa opera speculativa a danno dell’ambiente e dei cittadini, che le istituzioni - ricordiamo l’inedita decisione del presidente del consiglio dei ministri di autorizzare l’allacciamento del metanodotto nonostante la contrarierà della Regione - stanno cercando in ogni modo di agevolare».

Roberto Biagini del comitato contro il deposito del gas di Cornegliano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.