Nel pane per i bambini c’erano deiezioni di topo

Lodi, escrementi di topo nel pane della mensa

Gli esiti degli accertamenti svolti dall’Ats vengono alla luce a distanza di un mese e mezzo

Davide Cagnola

Escrementi di topo nel pane della mensa scolastica. A distanza di oltre un mese dalla scoperta di un panino contaminato alla scuola elementare Don Gnocchi, è venuto finalmente alla luce ufficialmente cos’era quel “materiale organico” rilevato dalle analisi di laboratorio e tenuto inizialmente nascosto dall’amministrazione comunale e dall’Ats.

Quel ritrovamento, segnalato a fine novembre da una maestra, ha portato anche alla revoca dell’appalto al panificio industriale coinvolto, di Casalmaiocco, e all’affidamento del servizio alla Grissinitalia di Alessandria, in attesa di trovare un fornitore del territorio come previsto dal capitolato d’appalto.

Il panificio, invece, dopo una chiusura di 48 ore per adempiere alle severe prescrizioni imposte dall’Ats in materia di igiene e pulizia, ha ripreso l’attività e tuttora risulta regolarmente aperto. Sembra che gli escrementi siano stati individuati in particolare all’interno del magazzino.

«Conosco l’azienda e ho sempre conosciuto i titolari come persone serie, capaci e affidabili, credo che quello che è successo sia solo un incidente di percorso, che purtroppo può capitare - commenta il sindaco di Casalmaiocco Marco Vighi -. Anche in mensa a Casalmaiocco era capitato di trovare i vermi nel piatto, ma poi la cosa è stata chiarita e risolta. Ora l’azienda è reduce da un processo ristrutturazione e da un ricambio generazionale, vi lavorano circa dieci dipendenti e per fortuna quanto accaduto un mese fa non ha avuto ripercussioni sull’occupazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.