Scatta l’operazione “sicurezza” con i parà in veste di osservatori
I volontari dell’Associazione saranno presenti anche sulle ciclabili urbane

Scatta l’operazione “sicurezza” con i parà in veste di osservatori a Casale

Convenzione fra Comune e il nucleo di protezione civile dell’associazione

Casale schiera i paracadutisti per il controllo del territorio. È in arrivo entro il mese la firma della convenzione con l’Associazione Paracadutisti Folgore Npc (Nucleo Protezione civile) di Bergamo, che ha una sede in Casale, per attività di presenza e controllo in alcune parti della città. Sotto sorveglianza finiranno le ciclabili urbane del Brembiolo e la stazione, due luoghi su cui da tempo l’amministrazione ha chiesto anche alla polizia locale e alle forze dell’ordine un maggiore sforzo nel controllo di fenomeni di vandalismo e microcriminalità.

Tecnicamente l’intesa prevede solo la presenza di componenti del gruppo di volontariato in questi luoghi come osservatori, in raccordo poi con i gruppi di controllo di vicinato, per allertare vigili urbani e forze dell’ordine nel caso di movimenti sospetti o piccoli reati. In realtà il pattugliamento di queste aree (ancora da chiarire se i volontari saranno in divisa o meno) funzionerà anche come deterrente per vandali e piccoli spacciatori, più volte segnalati, anche se nessuno vuole parlare di ronde. L’Associazione fa già da supporto all’amministrazione comunale in occasione di manifestazioni di piazza e feste per il controllo della viabilità e degli accessi. «Il controllo di vicinato si sviluppa sulle aree residenziali, con le famiglie protagoniste dell’attività di attenzione e di segnalazione – spiega il sindaco Gianfranco Concordati -. La convenzione con i paracadutisti vuole estendere gli stessi concetti di attenzione e di controllo del territorio ad alcune aree che per loro natura non possono essere coperte con il controllo di vicinato dei residenti, perché residenti non ci sono. Dunque nessuna interferenza con le forze dell’ordine, ci mancherebbe, ma semplicemente un’estensione di quella collaborazione tra cittadinanza attiva e forze dell’ordine».

Il sindaco di Casalpusterlengo Gianfranco Concordati

E anche tecnicamente i volontari dell’Associazione Paracadutisti Folgore faranno riferimento alle stesse modalità organizzative del controllo di vicinato, e collaboreranno con gli altri gruppi già attivi in città. Un’esperienza analoga è già attiva per il parco della Montagnola con l’associazione Ada, Associazione per i diritti degli anziani. In questo senso, i paracadutisti non solo saranno una presenza sul territorio, ma saranno anche gli occhi dell’amministrazione in due zone della città dove problemi di vandalismi e anche di manutenzione sono frequenti. «Ci aspettiamo un contributo importante per la sicurezza, perché ci sarà qualcuno che presiederà quelle aree, ma ci attendiamo anche segnalazioni e indicazioni per migliorare la manutenzione del patrimonio – conclude Concordati -. L’accordo passerà in giunta entro il mese, e sarà operativo prima della primavera».

Andrea Bagatta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.