L’Aler non ristruttura le case: i residenti s’inventano pittori
Gli inquilini, armati di pennello, ridipingono i muri del palazzo

L’Aler non ristruttura le case: i residenti s’inventano pittori

A Melegano gli inquilini sistemano muri e citofoni del palazzo

Citofoni “muti”, antenna in tilt e muri scrostati. «Case popolari in preda al degrado, ma l’Aler fa orecchie da mercante». Scendono in campo gli inquilini-imbianchini, ma scatta anche la raccolta fondi per sistemare citofoni e antenna. Il caso è quello degli alloggi popolari al civico 48 di viale Lombardia abitati da 24 famiglie, che in questi mesi hanno denunciato a più riprese le condizioni di perdurante abbandono.
«Nonostante le frequenti segnalazioni, però, l’Aler fa sempre orecchie di mercante - sono sbottati Potito Bucci e Luigi Izzo, che si sono fatti promotori della clamorosa iniziativa -. In questi giorni, quindi, abbiamo deciso di farci carico noi stessi degli interventi, alcuni dei quali erano attesi addirittura da dieci mesi».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino in edicola il 10 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.