Guardamiglio, un vertice dopo il rogo allo stabile dei migranti

Guardamiglio, un vertice dopo il rogo allo stabile dei migranti

In paese non c’è molta voglia di commentare. Almeno ufficialmente. Dopo il rogo scoppiato la notte fra giovedì e venerdì allo stabile di via Dosso destinato all’accoglienza dei richiedenti asilo, a Guardamiglio si attende di conoscere gli sviluppi delle indagini. Ma anche l’esito del vertice previsto domani, martedì, in prefettura a Lodi, dov’è atteso il sindaco di Guardamiglio Elia Bergamaschi per discutere dell’arrivo dei richiedenti asilo in paese. Ed ora però anche dell’incendio. L’incontro infatti era fissato prima che nel cuore del paese un anonimo appiccasse il fuoco allo stabile, pronto per accogliere una dozzina di migranti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.