Paullese, traffico da incubo

Paullese, traffico da incubo

Con l’estate agli sgoccioli e le vacanze ormai finite, il traffico torna a rappresentare un vero e proprio incubo per i pendolari che percorrono quotidianamente la Paullese. Già da ieri all’ora di punta, il giorno prima del suono della campanella in tutte le scuole, la strada era completamente bloccata. Quarantacinque minuti per superare il tratto dal ponte di Bisnate a Paullo, in direzione Milano. Meno di una manciata di chilometri. Un’odissea cronometrata in un viaggio vissuto a bordo dell’auto di un pendolare, che alle 8 si è messo in marcia dal Cremasco per raggiungere il chilometro 10 dell’ex statale 415, l’area commerciale di Settala, dove lavora. Per la verità l’inizio è stato incoraggiante: da Dovera a Spino il tracciato era decisamente scorrevole, nonostante i numerosi veicoli incrociati. Le prime code si sono vista a Spino, prima dell’uscita dal tratto raddoppiato dell’ex 415. In una parola, dove finiscono le due corsie per senso di marcia e inizia quella singola, comincia l’andatura a passo di lumaca. Per colpa di una barriera di veicoli all’imboccatura del ponte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.