Ingoia una pallina: il bimbo non ce l’ha fatta

Ingoia una pallina: il bimbo non ce l’ha fatta

(7 settembre) Non ce l’ha fatta il piccolo di 15 mesi residente a Lodi che lunedì sera ha ingoiato una pallina, finendo in arresto cardiaco.

Sia al Pronto soccorso di Lodi, che nei reparti di Terapia intensiva del Maggiore di Lodi e del Buzzi di Milano, dove il piccolo è stato poi trasferito martedì, è stato tentato di tutto per salvargli la vita. Ieri però, le speranze si sono spente: nel pomeriggio al Buzzi sono state dichiarate le condizioni di morte cerebrale.

(6 settembre) Ingoia una pallina di circa 4 centimetri, gravissimo bimbo di 15 mesi. Lunedì sera, i genitori si sono accorti che il loro bambino era in preda alle convulsioni. L’hanno caricato in auto e portato al Pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Lodi, poco prima delle 20.

Il bambino, quando è arrivato, era in arresto cardiaco. I medici si sono accorti che un corpo estraneo lo stava soffocando, sono riusciti a togliere la pallina e poi lo hanno rianimato. Le manovre rianimatorie sono continuate per circa 30 minuti. I dottori della terapia intensiva e del Pronto soccorso hanno allertato i pediatri della clinica Buzzi di Milano e ricoverato il bimbo nel reparto di terapia intensiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.