Domenica torna il Palio

Domenica torna il Palio

Questa volta Giove Pluvio non dovrebbe fare scherzi. Dopo lo slittamento di una settimana per le (presunte) condizioni meteorologiche avverse, tutto è pronto per la 29esima edizione del Palio di Lodi, la tradizionale manifestazione organizzata dalla Wasken Boys in programma, domenica, sull’acciottolato di piazza della Vittoria. La lunga giornata inizierà alle 11 con la celebrazione della Santa Messa in cattedrale presieduta dal vescovo di Lodi, monsignor Maurizio Malvestiti; nel pomeriggio, alle 15.30, all’ombra del duomo si terrà il concerto dedicato a Giuseppina Strepponi nell’anniversario del bicentenario della nascita, mentre alle 16.30 verranno presentati gli otto rioni in gara che a partire dalle 17 si affronteranno sui cavalli a rotelle nella gara degli anelli, nella sfida dei puledrin dedicata ai più piccoli e nella mitica Cursa dei cavai.

Il primo rione classificato nell’ultima prova conquisterà l’ambito Gonfalone, mentre il Baston de San Bassan, simbolo del Palio, andrà alla squadra che avrà totalizzato più punti sommando le tre sfide. «Toccando ferro, le previsioni sono buone - dice Luigi Pasquini, presidente della Wasken Boys -. Il programma è tutto confermato. Speriamo in una massiccia partecipazione di pubblico, come lo scorso anno». “L’unico Palio al mondo dove i cavalli non si azzoppano”, come recita lo slogan della kermesse inventata da Gigi Bisleri, si aprirà alle 15.30 con l’omaggio in musica a Giuseppina Strepponi, la cantante lodigiana a lungo compagna di vita e musa del grande Giuseppe Verdi. Il bicentenario della nascita (la Strepponi venne alla luce a Lodi, in via San Vito, l’attuale via Verdi, l’8 settembre 1815) sarà celebrato con un concerto a cura del Corpo bandistico “Giovanni Orsomando” di Casalpusterlengo diretto dal maestro Franco Bassanini e con la partecipazione della soprano Renata Vitova e del tenore Luigi Albani, accompagnati al pianoforte dal maestro Paolo Marcarini. Nel corso dell’esibizione verranno proposte musiche verdiane e un paio di brani in ricordo del centenario della Prima guerra mondiale.

Il Palio entrerà nel vivo alle 16.30 con la presentazione degli otto rioni in gara. Favorito per la vittoria finale rimane Revellino Marte, squadra campione in carica, ma la concorrenza sarà agguerritissima: a contendersi Gonfalone e Baston de San Bassan ci saranno Lodi Vecchio, Boffalora d’Adda, i “cugini” di Omegna, San Gualtero, Colle Eghezzone, Sant’Alberto e la new entry Pratello, squadra giallo-fuxia che rappresenta i volontari dell’associazione Progetto Insieme della cooperativa Famiglia Nuova con sede al Centro raccolta solidale per il diritto al cibo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.