MIRADOLO Il sindaco Michela Callegari: «Ho avuto un tumore al seno»

Annuncio shock sui social: «Invito le donne a non rimandare ecografie o mammografie»

MIRADOLO Il sindaco Michela Callegari: «Ho avuto un tumore al seno»
Michela Callegari

«Ho avuto un tumore al seno, ora sto bene. Alle donne dico: non rimandate ecografie o mammografie». È arrivata alla fine di ottobre, mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, la toccante, forte testimonianza di Michela Callegari, sindaco di Miradolo Terme, che ha affidato a un video-messaggio sui social il suo racconto.

«A febbraio, durante un’ecografia di controllo, mi è stato trovato un carcinoma mammario – ha esordito Michela Callegari nel video –. Ho tenuto questa notizia riservata, solo pochissime persone ne erano a conoscenza, ma ho ritenuto prioritario dare tutela ai miei figli e capire lo stato della malattia, prima di condividerla. Ad aprile sono stata operata, gli esami diagnostici successivi non hanno rilevato nulla di importante, e i medici hanno deciso di non sottopormi a chemioterapia ma a radioterapia e ora a terapia ormonale. Gli esami di controllo nelle settimane passate sono andati bene». Quindi il ringraziamento a due delle pochissime persone che ne erano a conoscenza, il vicesindaco Cinzia Negri e l’amica Melissa Meazza. Poi l’appello finale: «Condivido con voi questa esperienza alla fine del mese di ottobre, dedicato alla campagna di prevenzione del tumore al seno, con l’obiettivo di promuovere l’accesso tempestivo a diagnosi, controlli e cure. Alle donne dico: non rimandate le ecografie o le mammografie, per quanti impegni abbiamo, la famiglia, la casa, nulla deve farci posticipare questi controlli, che sono lo strumento più efficace per combattere la malattia». Il video ha incontrato la solidarietà e vicinanza di tantissime persone, non solo di Miradolo. E a margine, il sindaco Michela Callegari commenta: «Era il momento giusto per raccontarlo, mi sono tolta anche il peso di tutti questi mesi di silenzio. Ho dato la notizia prima alla mia giunta, poi ho pensato fosse giusto condividerla. Io l’ho scoperto con un’ecografia di controllo alla Lilt di Lodi. Se anche solo una donna, sentendo la mia testimonianza, farà gli esami di controllo, avrò raggiunto l’obiettivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA