Vaccini agli insegnanti nel Lodigiano, partenza con qualche problema

Vaccini agli insegnanti nel Lodigiano, partenza con qualche problema

Sms dopo ore e la Regione inciampa sui codici postali

I primi messaggi preoccupati sono iniziati a girare tra i docenti sabato mattina: dopo aver prenotato il vaccino sul portale regionale, infatti, gli insegnanti e il personale scolastico attendevano indicazioni sugli appuntamenti, ma sabato mattina sembrava che l’unica modalità per ricevere aggiornamenti fosse il fascicolo sanitario elettronico. Infatti, chi per caso si è connesso al proprio fascicolo, ha trovato già indicata data e ora dell’appuntamento per il vaccino, ma il passaparola ha messo in apprensione i colleghi: «Non tutti abbiamo il fascicolo, cosa dobbiamo fare?» si è chiesta una docente del Cazzulani, la prima che ha segnalato il problema a «il Cittadino», seguita poi da tanti altri. Mentre il personale scolastico cercava di capire come muoversi per avere il fascicolo sanitario elettronico il prima possibile, man mano che passavano le ore, hanno iniziato ad arrivare anche gli Sms che indicavano gli appuntamenti. Pian piano il problema sembra essere rientrato, per quanto alcuni hanno lamentato di essere stati convocati in un punto di vaccinazione lontano rispetto a quello più comodo, fuori Provincia.

L’Azienda regionale per l’innovazione e gli acquisti, si è vista costretta a emettere un comunicato: “Il portale di adesione alla campagna vaccinale anti-Covid 19 funziona efficacemente – scrive l’azienda -. Gli Insegnanti che hanno aderito, tramite portale, alla campagna vaccinazioni anti-Covid 19, riceveranno sempre una conferma via Sms, con data e luogo dell’appuntamento, anche se l’informazione può essere già presente sul loro Fascicolo sanitario elettronico”. In merito agli appuntamenti fissati in centri di vaccinazione più lontani, precisano che è a causa del “recente cambiamento dei codici di avviamento postale di circa 40 Comuni lombardi”.
Federico Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA