Un’imbarcazione per navigare sull’Adda da Lodi a Pizzighettone, il Parco ci riprova
Il Parco Adda Sud vorrebbe fosse realizzata una nuova imbarcazione per solcare il fiume, il problema sono i costi elevati del progetto (archivio)

Un’imbarcazione per navigare sull’Adda da Lodi a Pizzighettone, il Parco ci riprova

Nuovo bando per la costruzione del natante in grado di viaggiare anche in condizioni di acqua bassa, il primo era andato praticamente deserto

Nuovo bando per la costruzione dell’imbarcazione pensata dal Parco Adda Sud per solcare il fiume Adda da Lodi a Pizzighettone. Ad aprile 2021 infatti la gara era andata praticamente deserta (una sola domanda ma neppure ammissibile). Colpa anche dei costi delle materie prime cresciuti che hanno portato al necessario aumento della cifra da mettere a bando per costruire l’imbarcazione: il quadro economico dell’opera è stato infatti integrato di circa 175 mila euro, con ulteriori fondi di bilancio, per un importo complessivo pari a circa 710 mila euro; il tutto previo aggiornamento dell’intesa con il Consorzio Navigare l’Adda, per il ripianamento, nel tempo, della somma integrata, nell’immediato, dal Parco.

Nel dettaglio il progetto del Parco risulta cofinanziato all’80% dalla Fondazione Cariplo (il 20 % dal Parco che ora ha integrato) nell’ambito del piano di “Interventi emblematici” che nel 2018 aveva visto lo stesso Parco presentare il progetto “Fruire il Parco Adda con Brezza” suddiviso a sua volta in quattro sotto-progetti, fra cui la costruzione dell’imbarcazione per navigare l’Adda, anche in acqua bassa, da Lodi a Pizzighettone. La motonave Elfy1805 è infatti un’imbarcazione ibrida Diesel-elettrico, con capacità di immersione di 350 mm, dotata di bagno e spazio bar, accessibile anche alle carrozzine e alle bici. Obiettivo? Favorire la fruizione dei territori del Parco anche attraverso la navigazione.

La gara realizzata dalla Centrale unica di committenza della Provincia di Lodi è poi andata praticamente deserta. Da qui il nuovo bando appena pubblicato: il progettista, ingegner Sebastiano Padoan, con studio in Chioggia, ha effettuato infatti una nuova analisi dei prezzi e una nuova quantificazione della fornitura sulla base delle mutate condizioni economiche, prevedendo un importo superiore rispetto al precedente per imprevisti aumenti dei prezzi delle materie prime sul mercato, evidenziando la necessità di aggiornare il progetto.

«Si è fatto tutto quel che si doveva, poteva fare – commenta il presidente del Parco Adda Sud Francesco Bergamaschi -, speriamo che la gara possa andare a buon fine, anche perché i tempi per adempiere alle condizioni imposte dal bando di finanziamento Cariplo stanno decorrendo e si vorrebbe evitare di perdere preziose risorse assegnate al territorio per la sua attrattività».


© RIPRODUZIONE RISERVATA