“Un aiuto per l’Ucraina”: già raccolti più di 100mila euro

“Un aiuto per l’Ucraina”: già raccolti più di 100mila euro

Continua la raccolta promossa da Caritas diocesana,«Il Cittadino» e Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi

Continua la raccolta fondi “Un aiuto per l’Ucraina”, promossa da Caritas diocesana,«Il Cittadino» e Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi: i donatori sono ben 81. Giorno dopo giorno, arrivano le donazioni da parte di cittadini che reagiscono al dolore di certe immagini viste in Tv e che vogliono dare un contributo; da gruppi organizzati e anche da alcune aziende. Al momento i fondi raccolti ammontano a 102.570 euro, tenendo conto dei 50mila euro donati sin dall’inizio da Fondazione Cariplo e dei contributi raccolti direttamente e raddoppiati da Fondazione Cariplo. Importante vantaggio di questo fondo, infatti, è il fatto che i contributi raccolti nel Lodigiano vengono sempre raddoppiati da Fondazione Cariplo. Il che significa, in qualche modo, che donando su questo Fondo si dona il doppio.

Le donazioni raccolte serviranno per gli interventi progettati a livello locale che puntano a rendere l’accoglienza dei cittadini ucraini più efficace. «Periodicamente si tiene un incontro con Prefettura, Ufficio di Piano e enti che sono interessati ai diversi aspetti dell’accoglienza, come l’assistenza ai minori e il loro inserimento nelle scuole, l’accoglienza fisica, la collaborazione con gli enti del terzo settore che offrono servizi, l’assistenza da parte dei comuni fino all’aspetto di gestione sanitaria dei profughi», spiega il segretario generale della Fondazione Comunitaria di Lodi, Cristina Baroni. Una cabina di regia che serve a coordinare le azioni di sostegno alle accoglienze da effettuarsi sul territorio. Alcune iniziative sono coperte dai fondi pubblici, altre invece, in maniera complementare, possono essere coperte proprio dalle risorse raccolte nel Fondo Accoglienza Ucraina promosso dalla Fondazione Comunitaria di Lodi insieme a Caritas lodigiana e «il Cittadino», che si configura come un salvadanaio da cui attingere per offrire ai profughi assistenza e sostegno, come ben sanno i donatori che hanno contribuito ad arricchirlo. (ha collaborato Veronica Scarioni)

CLICCA QUI PER FARE LA TUA DONAZIONE PER LA RACCOLTA FONDI “UN AIUTO PER L’UCRAINA”


© RIPRODUZIONE RISERVATA