STOP VIOLENZA CONTRO LE DONNE Lodi, oltre 2mila braccialetti rossi distribuiti nelle aule per coinvolgere i giovani. Guarda il video
Scarpette rosse: alcuni studenti del Volta con la docente Mariangela Ascrizi

STOP VIOLENZA CONTRO LE DONNE Lodi, oltre 2mila braccialetti rossi distribuiti nelle aule per coinvolgere i giovani. Guarda il video

L’iniziativa all’istituto Volta con una maxi installazione

Cristina Vercellone

Hanno realizzato una maxi installazione con scarpette rosse, cuori e frasi per dire basta alla violenza contro le donne. Poi hanno intrecciato 2mila braccialetti rossi e li hanno distribuiti agli altri compagni di classe. All’istituto Volta, la giornata internazionale contro la violenza delle donne è stata celebrata così. «Abbiamo voluto sensibilizzare i ragazzi», spiega la docente Mariangela Ascrizi. A coordinare l’iniziativa è stata la docente Elisabetta Chiapparini. «Come rappresentante d’istituto - spiega l’alunna di terza liceo Camilla Caroni - ho tenuto molto a organizzare questa iniziativa. Mi dà i brividi che ci sia una giornata per questo tema. Il mio sogno è che non ce ne sia più bisogno».

Ogni studente e professore, oggi, 25 novembre, indossa qualcosa di rosso, a partire dalla preside Luciana Tonarelli.

«La nostra scuola - spiega - è formata per l’80 per cento da studenti maschi. Ho visto però una contaminazione positiva tra loro, oggi. È stato bello, anche, vedere i maschi vestiti di rosso. Devono essere loro a capire. Qua abbiamo classi di 25maschi con una sola ragazza. A volte gli studenti si stupiscono nel vedere che hanno docenti donne di materie come meccanica o tecnico pratica. Abbiamo una nostra ex studente che insegna quest’ultima materia. Quello della violenza contro le donne è un tema che bisognerebbe affrontare 365 giorni all’anno. I numeri sono agghiaccianti, aldilà dei femminicidi, ci sono le molestie e le discriminazioni sul lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA