Satira, Fiorani perde la causa

Gianpiero Fiorani ha perso la causa civile da 5 milioni di euro contro l’attore e autore teatrale Eugenio dé Giorgi, nome d’arte di Eugenio Maffeis, per dieci anni, fino al 2009 direttore del Teatro Olmetto di Milano. La sentenza, depositata da pochi giorni, è del giudice Roberto Bichi del Tribunale di Milano.

L’ex banchiere della Banca Popolare di Lodi aveva citato l’attore nel 2009 pochi giorni prima che la piéce teatrale fosse rappresentata a Lodi. Eugenio dé Giorgi, difeso dall’avvocato milanese Alessandra Cocco, aveva già portato in scena a Milano, con grande successo, lo spettacolo ‘Previsioni meteo: diluvio universale - the rise and fall of Gianpy’, un’impertinente e canzonatoria ricostruzione di fatti e personaggi della scalata Antonveneta (da Fazio a Fiorani, Gnutti, Ricucci, Coppola ecc.).

«Il tema del soggetto teatrale - è scritto nella sentenza - risulta essere di stretta attualità e concerne vicende di assoluto rilievo pubblico». E prosegue: «Nella satira non vige l’obbligo di rispettare la verità dei fatti, proprio perché la sua caratteristica principale è la deformazione della realtà, il paradosso, il sarcasmo». Il giudice afferma che la rappresentazione satirica debba ritenersi legittima, ancorché ‘lesiva della dignità del personaggio pubblico rappresentato purché non si risolva in un’offesa gratuita dello stesso» .


© RIPRODUZIONE RISERVATA