SANT’ANGELO Le opposizioni all’attacco sulla sicurezza
Controlli a Belfuggito

SANT’ANGELO Le opposizioni all’attacco sulla sicurezza

Furti, rapine, degrado, vandalismi, Belfuggito: ecco i numeri di Voltiamo Pagina

«In cinque anni, una volta ogni 8 giorni è stata diffusa una notizia che offriva un’immagine negativa di Sant’Angelo». E «l’amministrazione cosa ha fatto per attenuare i problemi? Se permangono ciò che è stato fatto non corrisponde a quello che era necessario, o perché sono state messe in atto politiche di prevenzione sbagliate o perché si sono adottati provvedimenti inefficaci o perché si è agito poco». Ancora capitolo sicurezza in primo piano a Sant’Angelo. Ed è il gruppo Voltiamo Pagina, con Angelo Pozzi, Ugo Speziani e Monica Bagnaschi, a firmare un’analisi degli ultimi cinque anni, attraverso gli articoli di cronaca pubblicati. «Sono stati 80 tra giugno 2017 e luglio 2021 su degrado, vandalismi e schiamazzi, per mettere in luce rifiuti sparsi, scritte vandaliche, schiamazzi, sfondamenti di vetri di auto e vetrine, ma anche sul tema sicurezza e furti la musica non cambia - sottolineano i consiglieri - : da settembre 2016 a giugno 2021 sono stati 61 gli articoli, tra furti nelle scuole e nella zone industriali, risse, furti ai bancomat e aggressioni sui bus, mentre 92 quelli pubblicati su Belfuggito. E se ora la situazione sta migliorando a Belfuggito, da parte della maggioranza, al netto di proclami, quello che sono mancati sono i fatti». Nell’analisi i consiglieri sottolineano che «certo l’amministrazione ha realizzato diverse rotatorie e rinnovato l’estetica di via Mazzini e Cabrini, ha messo mano a lavori di riqualificazione dell’ex municipio, realizzato il nuovo impianto natatorio, la pista ciclabile per la Ranera e qualche altra opera, ma la qualità della vita dei santangiolini e l’immagine all’esterno dell’intera Sant’Angelo non appaiono lusinghiere. Molti cittadini hanno dovuto subire disagi, paure, vandalismi e soprusi e di tutto ciò conviene mantenere viva la memoria per operare le future scelte». Sugli accessi notturni in piscina, ieri, è intervenuto anche Omar Damiani candidato sindaco di Voltiamo Pagina. «Il nuovo impianto è costato un milione di euro e non è neppure in sicurezza - ha detto - : quale buon padre di famiglia acquista qualcosa a un milione di euro e non la controlla? Bisogna mettere in atto investimenti per tutelare e progettare i beni pubblici finanziati con le risorse dei cittadini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA