Peschiera, il “turista spazzino”:  raccoglie rifiuti per ben 25 ore
Simone Riva, il turista “spazzino” da record

Peschiera, il “turista spazzino”:

raccoglie rifiuti per ben 25 ore

Il record di Simone Riva sul litorale adriatico

Venticinque ore ininterrotte trascorse a raccogliere rifiuti. È la nuova impresa da guinness di Simone Riva, 47enne di Peschiera, meglio noto come “Turista spazzino”, che si è cimentato nel record mondiale di raccolta in solitaria lungo le scogliere e le spiagge della Romagna.

Dalle 8.30 di martedì fino alle 9.30 di ieri, l’indomito peschierese ha riempito 21 sacchi solo con reti a strascico, ha trovato una boa e un bidone e raccolto chili di plastica e mozziconi nei lidi di San Mauro Mare e Savignano a Mare. «È un record mondiale, in quanto non ci sono mai stati eventi di questo tipo in precedenza, anche se non c’è nulla di ufficiale – afferma il turista spazzino -: non ho ritenuto di richiedere l’iscrizione al libro dei guinness che avrebbe comportato costi elevati. Che senso avrebbe spendere soldi per qualcosa che faccio volontariamente? Per me l’iniziativa deve essere semplicemente un’ispirazione per altri e una provocazione, nulla di più. Ad esempio, io trovo inconcepibile che si usino ancora le reti a strascico che vengono abbandonate dai pescatori. Ne ho trovate in gran quantità: in mare si trasformano in trappole pericolose per molte specie animali. Il mio è un grido di aiuto, una richiesta di rispetto verso il mare e la natura, chissà che il clamore di quello che ho fatto possa risvegliare qualche coscienza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA