PAULLO La sola presenza degli autovelox  ha messo il freno agli automobilisti

PAULLO La sola presenza degli autovelox

ha messo il freno agli automobilisti

Sulla trafficata via Mazzarello più di 95 per cento degli automobilisti adesso rispetta i limiti

È bastata la presenza degli autovelox a Paullo a fare ridurre drasticamente la velocità sulla via Mazzarello e a far cambiare cattive abitudini a metà degli automobilisti. I risultati del secondo monitoraggio sulla strada, a un mese di distanza dall’installazione dei rilevatori, sono eloquenti: il 96,5 per cento dei mezzi in transito ora rispetta il limite di velocità. Un dato decisamente positivo, se si pensa che una settimana dopo la posa degli autovelox, solo la metà dei conducenti era disciplinato.

La media delle velocità è scesa da 49,31 a 35,99 chilometri orari con l’azzeramento delle infrazioni gravi: non ci sono più auto che hanno percorso la via a velocità superiore ai 90 all’ora, come invece era avvenuto nel mese di ottobre. «Per la nostra amministrazione la sicurezza, in questo caso quella stradale, è fondamentale e i numeri confermano l’efficacia delle scelte operate – evidenzia l’assessore Massimiliano Consolati -. Vogliamo diffondere la cultura del rispetto delle norme e, nello stesso tempo, proteggere tutti gli utenti della strada. Nei comuni dove sono stati approntati questi sistemi di controllo della velocità sono diminuiti di gran lunga gli incidenti, mentre il rispetto dei limiti si è alzato a quote vicine all’eccellenza». La posa dei VeloCity, ossia i rilevatori in uso a Paullo, sono il frutto di un progetto pilota, denominato AttentaMente, promosso dalla fondazione Asaps (Associazione sostenitori e amici della polizia stradale) Italia e dalla società Noi Sicuri, a cui il Comune di Paullo e il comando di polizia locale hanno aderito. La campagna avviata comprende numerose attività di educazione e prevenzione, sia rivolte agli scolari e ai cittadini, sia finalizzate a far rispettare maggiormente le regole su strada. L’obiettivo finale è quello di formare una rete di comuni virtuosi sulla sicurezza stradale. La sperimentazione a Paullo è iniziata nel mese di ottobre con il monitoraggio preventivo dei transiti e terminerà a fine anno. «L’analisi dei risultati ottenuti, soprattutto se saranno abbattute le percentuali di passaggi oltre i limiti di velocità, sarà determinante per la conferma del progetto e l’installazione di nuove stazioni di rilevamento in altri punti della città», conclude l’assessore Consolati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA