Nel Sudmilano il 2020 ha contato 447 morti in più
L’ulivo piantato davanti all’ospedale Predabissi in memoria di chi non c’è più (Foto by archivio)

Nel Sudmilano il 2020 ha contato 447 morti in più

La stima dell’Ats rispetto alla media dei cinque anni precedenti quando non c’era il Covid

Soprattutto a causa del dramma legato al coronavirus, il 2020 del Sudmilano ha fatto registrare 447 morti in più rispetto a un paio d’anni fa, l’incremento dei decessi supera il 27 per cento. È questa la fotografia scattata dalla Città metropolitana di Milano nel report statistico diramato in questi giorni, che ha come filo conduttore il rapporto tra i decessi dell’anno scorso e quelli del 2019 nell’ambito dell’intero territorio di sua competenza. «Per quanto riguarda la zona omogenea del Sud-est che annovera 15 realtà, si caratterizza per essere la meno popolata e composta in maggioranza da comuni medio-piccoli, in quasi tutti i centri c’è stato un incremento più o meno accentuato della mortalità tra il 2019 e il 2020 - ha premesso il report pubblicato dalla Città metropolitana -. Fanno eccezione Dresano con un -25,5 per cento (35 decessi nel 2020 e 47 nel 2019) e Colturano con un -7,7 per cento (12 e 13), mentre è rimasto invariato il dato di Pantigliate (53 morti sia nel 2020 sia un paio di anni fa)». Tra i comuni dove sono stati rilevati gli aumenti percentualmente maggiori, ci sono invece Tribiano con un +115,4 per cento (28 morti nel 2020 e 13 nel 2019), San Zenone +55,6 (42 e 27) e Vizzolo +50 per cento (48 e 32). Quanto ai centri più popolosi del territorio del Sudmilano, San Giuliano ha fatto registrare un +27 per cento (428 morti nel 2020 e 337 nel 2019), San Donato +23 (380 e 309), Peschiera +29 (227 e 176), Melegnano +37 per cento (312 e 228), Paullo +30 per cento (140 e 108), Mediglia +40 (202 e 144) e San Colombano +12,5 per cento (117 e 104).

Per quanto riguarda infine i Comuni di minori dimensioni, completano la lista dei centri del Sud-est Milano Carpiano con un +26 per cento (34 morti l’anno scorso e 27 nel 2019) e Cerro, dove percentualmente l’incremento è stato pari al 20 per cento (42 nel 2020 e 35 un paio d’anni fa).

In base ai dati complessivi resi noti da Città metropolitana, l’anno scorso i decessi nei 15 comuni del Sudmilano, dove la popolazione è pari a 175.105 abitanti, sono stati in tutto 2.100 contro i 1.653 del 2019, l’aumento è stato pari a 447 unità per una percentuale media stimata nel 27,04 per cento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA