Migliorano le condizioni della donna di 80 anni accoltellata dal figlio

Migliorano le condizioni della donna di 80 anni accoltellata dal figlio

L’aggressore, 44 anni, titolare di una pizzeria a Codogno, si era poi tolto la vita

Migliorano le condizioni della vedova di 80 anni di Casoni di Borghetto Lodigiano che martedì pomeriggio è stata accoltellata alla gola dal figlio maggiore, Roberto Bianchi, di 44 anni, che da una quindicina di giorni era andato a vivere nella sua abitazione e che dal 2015 era titolare di un’avviata pizzeria da asporto nel centro di Codogno. La donna resta comunque ricoverata in gravi condizioni al Policlinico di Pavia. Non appena sarà possibile, la Procura di Lodi intende sentirla per capire il movente dell’aggressione, anche se l’inchiesta al momento è di quelle che appaiono destinate a finire archiviate per morte del reo, dato che l’imprenditore pochi istanti dopo la terribile esplosione di violenza ha rivolto un altro coltello contro se stesso e si è ferito mortalmente al collo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA