Lodi, profumi contraffatti: la Finanza sequestra 47mila confezioni e 750mila etichette
L’inventario della merce sequestrata

Lodi, profumi contraffatti: la Finanza sequestra 47mila confezioni e 750mila etichette

L’operazione partita dalla Tenenza di Casalpusterlengo

La guardia di finanza di Lodi ha sequestrato in un capannone, sede di un’impresa operante nella produzione di cosmetici e profumi, oltre 797mila prodotti di cosmetica e profumeria ed etichette di noti marchi ritenute contraffatte, oltre a un ingente quantitativo di oli essenziali. In particolare, i militari della Tenenza di Casalpusterlengo, all’esito di analisi e approfondimenti investigativi di polizia economico-finanziaria hanno avviato controlli nei locali in uso all’impresa, beni riportanti segni distintivi ritenuti contraffatti di note firme della cosmesi (Chanel, La Roche, Venus, Sephora, Nivea, Garnier, Maybelline, Clinians, L’oreal, Labo, e non solo) in quantità pari a oltre 47mila prodotti cosmetici e di profumeria e circa 750.000 etichette adesive destinate ad essere applicate sui flaconi dei prodotti, e 9 barili contenenti oltre 1.400 chilogrammi di oli essenziali impiegati nel processo lavorativo di confezionamento dei profumi.

Il soggetto titolare dell’impresa ispezionata e la persona che la gestiva di fatto sono stati quindi denunciati alla Procura di Lodi per i reati di “Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” e “Frodi contro le industrie nazionali”, mentre i beni e i prodotti contraffatti rinvenuti, il cui valore alla vendita è stimabile in circa 820.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro. Inoltre, è al vaglio dei Finanzieri – sotto il profilo della normativa sul lavoro – la posizione di tre persone trovate all’interno del capannone, senza che sia stato finora trovato un contratto di assunzione.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola domani 26 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA