Lodi, l’era dei «furbetti del quartierino» raccontata in due puntate in Tv
A sinistra, l’allora Governatore di Bankitalia Antonio Fazio con Giampiero Fiorani al Forex tenutosi a Lodi nel 2002, nel giugno 2005 a Lodi, foto d’archivio

Lodi, l’era dei «furbetti del quartierino» raccontata in due puntate in Tv

History Channel farà un approfondimento sulla storia di Fiorani 16 anni dopo la fallita scalata

Tredici dicembre 2005. Lodi. L’arresto di Gianpiero Fiorani, amministratore delegato della Banca Popolare Italiana (già Banca Popolare di Lodi) segna il punto più controverso di quella che il mondo dell’informazione chiamò la stagione dei furbetti del quartierino, prendendo a prestito una ormai celebre affermazione dell’imprenditore romano Stefano Ricucci. Sedici anni dopo, la vicenda della fallita scalata all’Antonveneta, che ha decretato nei fatti la fine della storia secolare della Banca Mutua Agricola Popolare di Lodi nata nel 1864, diventa una docu-fiction in due puntate, che sarà trasmessa da History Channel (Sky) il 26 e 27 settembre. Cosa fanno oggi, sedici anni dopo, i principali protagonisti di quella stagione? Abbiamo provato a ricostruirlo.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 16 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA