Il fine settimana del Festòn

Il fine settimana del Festòn

Mercatini, tombolata, artigiani in piazza e il Palio

La città di Sant’Angelo si anima nel fine settimana con il “Festòn”, tradizionale appuntamento di inizio luglio. Ricco il programma della “due giorni”, presentato ieri mattina in Comune dal sindaco Domenico Crespi e dal presidente della Pro loco, Ernesto Racconi. Tra folclore, giochi, stand e bancarelle, i santangiolini avranno l’imbarazzo della scelta, nella speranza che, almeno nelle ore serali, il caldo torrido possa allentare un poco la presa.

GLI EVENTI DI DOMANIIl programma degli eventi si apre con la giornata di domani. Dalle 14 alle 24 in via Umberto primo e piazza Libertà andrà in scena il mercatino “Hobby, arte e sapori”: una quarantina di bancarelle, in una versione estiva, con la novità della “coda” serale. Dalle 15 in piazza Libertà, inoltre funzioneranno i giochi gonfiabili.

Alle 20,30 nei locali della Libreria Centrale di via Umberto primo sarà presentato il libro della soubrette Terry Schiavo, dal titolo “Volevo ballare il bunga bunga anch’io”. Alle 21 sul sagrato della basilica in programma una maxi tombolata organizzata dall’Associazione dei commercianti e dall’Associazione Ruggero Sali.

IL CARTELLONE DI DOMENICAMolto intensa anche la giornata di domenica. Il programma prevede la presenza di quasi sessanta espositori dislocati fra viale Partigiani e via Mazzini. Si tratta degli artigiani collegati alle associazioni Confartigianato e Unione Imprese di Sant’Angelo (Unione Artigiani). La prima propone la tradizionale kermesse “Artigiani in piazza” (annullata per il maltempo lo scorso maggio), l’Unione invece debutta con una propria area espositiva.

Gli stand resteranno attivi dalle 8 alle 20 e, considerato che la domenica è giorno di mercato, il “cuore” di Sant’Angelo si trasformerà in un grande centro commerciale a cielo aperto. In piazza Caduti, sotto i portici della Banca Popolare di Lodi, stazioneranno invece le associazioni di volontariato.

Nel pomeriggio, alle 17,15 circa, partirà la sfilata del Palio dei rioni, con la partecipazione dei figuranti in abiti medievali e degli sbandieratori (una trentina) di Lacchiarella.

Il corteo si muoverà dalla torre delle mura spagnole, in viale Partigiani, e raggiungerà il castello Morando Bolognini, in piazza Libertà. Alle 18 Santa Messa in basilica. Alle 19, sul sagrato della basilica, si ripeterà il rito della benedizione della città, affidata all’intercessione del patrono Sant’Antonio abate.

Il proseguo della serata sarà interamente dedicato al Palio dei rioni. In programma, dopo la Santa Messa e la benedizione della città, l’esibizione degli sbandieratori. Poi via ai giochi tra le squadre dei vari rioni di Sant’Angelo per l’assegnazione del “Palio della Guattera”.

A contendersi il primato, come nelle precedenti edizioni, saranno i bambini della città, suddivisi in sei squadre: Borgo Domodossola, Borgo San Bartolomeo, Borgo San Rocco, Borgo Maiano, Borgo Ranera e Borgo Santa Maria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA