Impianti sportivi, la Regione “premia” la Bassa

Impianti sportivi, la Regione “premia” la Bassa

Finanziamenti in arrivo a Castelnuovo Bocca d’Adda, Codogno e Villanova del Sillaro

Mens sana in corpore sano. E in tre Comuni del Lodigiano è iniziato il “riscaldamento” per godersi i rispettivi impianti sportivi più belli e funzionali che mai. A cullare l’attesa sono Castelnuovo Bocca d’Adda, Codogno e Villanova del Sillaro, i paesi che beneficeranno di alcuni dei 68 progetti finanziati con il bando regionale per la riqualificazione e l’adeguamento degli impianti sportivi. «Abbiamo voluto privilegiare la riqualificazione degli impianti esistenti - ha spiegato Martina Cambiaghi, assessore regionale a sport e giovani - valorizzando però anche le nuove costruzioni: in particolare, gli interventi riguarderanno la messa a norma, la messa in sicurezza e l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’efficientamento energetico oltre a migliorare e riqualificare i servizi per l’attività sportiva comprendendo spogliatoi, tribune e agli spazi accessori per le aree verdi».

Colpo grosso a Villanova. «Abbiamo ottenuto 150mila euro per realizzare la palestra alle spalle delle scuole di Bargano - ha spiegato il sindaco di Villanova Moreno Oldani -: è un progetto per cui avevamo già ottenuto fondi, 498mila euro con il bando Renzi, altri 150mila euro erano soldi a fondo perduto avuti dal credito sportivo; come comune non avevamo una palestra adeguata».

Castelnuovo ha ottenuto 150 mila euro. «Questo contributo finanza il 50 per cento di un intervento che consiste nella realizzazione, là dove c’era il campo da tennis, di una struttura coperta polivalente, in cui poter svolgere pallavolo, calcetto e tennis» ha illustrato il sindaco Marcello Schiavi.

A Codogno sarà finanziato invece il rilancio degli impianti di via Resistenza ma il sindaco Francesco Passerini ha comunicato che interverrà in seguito per illustrare il progetto, in attesa di conoscere con precisione la parte di finanziamento ottenuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA