LA SITUAZIONE Le cifre del contagio nei comuni lodigiani e sudmilanesi

LA SITUAZIONE Le cifre del contagio nei comuni lodigiani e sudmilanesi

In Lombardia l’epidemia di Covid sembra stabilizzata ma il picco non è ancora stato superato

La crescita dell’epidemia si è arrestata in Lombardia, ed è ora in una fase di stabilizzazione. Questa l’interpretazione dei dati offerta ieri sera dall’assessore al Welfare regionale Giulio Gallera. Ma dalla Protezione civile nazionale avvisano: «Il picco ancora non è superato». Si aspetta una fase dunque di numeri in crescita costante, più lenta forse, ma per l’inversione di tendenza bisognerà attendere ancora. Quanto, nessuno lo sa con precisione.

I dati nazionali e regionali

Ieri sera i dati comunicati dalla Protezione civile nazionale indicavano 85mila positivi, con una crescita di 2339 in 24 ore, mentre i guariti sono cresciuti di 1480 per un totale di 19mila 758. I decessi totali in Italia con coronavirus sono 14mila 651. In Lombardia i positivi sono 47mila 520, 1455 in più di ieri. «La crescita dei positivi dipende dal numero di tamponi processati, che sono stati molti di più. Possiamo dire che la crescita dell’epidemia si è arrestata, e ora assistiamo a una fase di stabilizzazione, che tende al decremento ma in modo molto lento» ha commentato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. I ricoverati in ospedale sono 11mila 802, 40 in più, e altri 1381 pazienti sono in terapia intensiva, 30 in più nelle 24 ore. «C’è da giorni una minore sofferenza degli ospedali, ma le terapie intensive restano sotto pressione, perché i pazienti vi restano per 18 o 20 giorni, e il quadro clinico di chi viene ricoverato oggi è spesso carico di complicanze», ha spiegato Gallera. I dimessi raggiungono quota 26mila 026. Continua la crescita dei decessi, 351 in un giorno per un totale di 8mila 311. A livello provinciale, i territori più colpiti sono Bergamo con 9mila 315 positivi (+144), Brescia con 9mila 014 (+257) e Cremona con 4mila 097 (+123). L’area di Milano continua la sua crescita a ritmo meno sostenuto di quanto accadesse una decina di giorni fa e arriva a 10mila 391, prima provincia d’Italia per numero di infetti (+387). La Provincia di Lodi aumenta in modo lieve (+25) e tocca quota 2mila 214 positivi. I decessi ufficialmente registrati con Covid-19 sono 484 (+11).

La zona rossa

Sono 5 i nuovi positivi riscontrati ieri nei 10 comuni della ex Zona Rossa. Ormai da più di due settimane la situazione della fascia di sicurezza dei comuni della Bassa si è stabilizzata con una crescita minima, di norma contenuta tra i 3 e i 7 nuovi casi al giorno, e alcuni comuni da tempo non hanno nuovi positivi registrati o ne hanno pochissimi. Qui l’emergenza epidemiologica è ormai quasi sotto controllo. Secondo i dati comunicati ieri sera, i positivi a Codogno sono 290 (+1), a Castiglione 184, a Casale 182 (+3), a Maleo 50 (+1), a Castelgerundo 33, a Fombio 31, a Somaglia 29, a San Fiorano 26, a Terranova de Passerini 9. Bertonico non rientra nell’elenco perché con meno di 4 casi ufficiali.

La Provincia di Lodi

Per il secondo giorno consecutivo la crescita del capoluogo è contenuta, mentre nel resto della provincia prosegue un lento avanzamento a macchia di leopardo dell’epidemia. Lodi raggiunge i 426 (+7), Borghetto 69, Sant’Angelo 63, San Rocco 46, Lodi Vecchio 46 (+1), San Martino 41, Castelnuovo Bocca d’Adda 35, Tavazzano 35 (+1), Sordio 33, Mulazzano 32 (+1), Zelo Buon Persico 27 (+2), Santo Stefano 26, Massalengo 25, Guardamiglio 24, Livraga 23, Turano 23, Caselle Landi 22, Brembio 21, Corno Giovine 21, Caselle Lurani 21 (+1), Cornegliano 19, Cervignagno 19, Casalmaiocco 18, Ospedaletto 18, Meleti 18 (+2), Montanaso 17, Secugnago 15, Cavenago 13, Salerano 13 (+1), Orio Litta 12, Borgo San Giovanni 12, Corte Palasio 12, Galgagnano 11, Senna 11, Pieve Fissiraga 11, Crespiatica 11 (+2), Graffignana 10, Boffalora d’Adda 10 (+1), Villanova 9, Ossago 8, Castiraga Vidardo 8, Valera Fratta 8 (+1),Casaletto 7, Comazzo 7, Marudo 6, Mairago 4, Merlino 4. Nei comuni non elencati si registrano meno di 4 casi.

Il Sudmilano

Il Sud Milano cresce a un ritmo più sostenuto del Lodigiano, anche se con numeri in altalena giorno dopo giorno. Ieri i nuovi casi registrati sono stati 42, il giorno prima erano stati 29, quello prima ancora 89. In totale i positivi al Covid-19 sono 826, con un balzo preoccupante di Melegnano.

Ecco i dati: San Giuliano 144 (+6), San Donato 100 (+4), Mediglia 95 (+3), Melegnano 91 (+14), Peschiera Borromeo 72 (+1), San Colombano 67 (+2), Paullo 62 (+4), Vizzolo Predabissi 39 (+4), Pantigliate 36 (+1), Locate Triulzi 36 (+2), San Zenone 23 (+1), Dresano 18, Tribiano 17, Cerro al Lambro 14, Carpiano 7, Colturano 5.


© RIPRODUZIONE RISERVATA