A Mediglia una “bomba” inesplosa

A Mediglia una “bomba” inesplosa

Doveva scoppiare a Capodanno: un piccolo ordigno, ma particolarmente pericoloso. Invece è stato rinvenuto inesploso ai margini della strada provinciale Cerca a Mediglia, nel parcheggio di un ristorante e di un supermercato. Lo ha trovato fortunatamente un artificiere, Gaetano Carenzi, che lo ha recuperato e messo in sicurezza in una cassetta protetta in attesa di farlo brillare in un deposito autorizzato. “Non si tratta di un botto illegale, ma di un fuoco pirico che può essere posto in vendita ma acquistato esclusivamente da persone con patentino e porto d’armi – spiega Carenzi -; purtroppo spesso avviene che si mili articoli vengano venduti a persone non autorizzate e ancor peggio a minorenni. Va precisato comunque che nell’ipotesi che il fuoco pirico sia stato venduto regolarmente, è stato comunque utilizzato impropriamente: era infatti tra una distesa di altri mortaretti, in un parcheggio lungo una strada dove il traffico è elevato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA