37 anni fa il trionfo azzurro

37 anni fa il trionfo azzurro

L’11 luglio 1982 il lodigiano Marini diventava campione del Mondo al “Bernabeu”

Lodi

Il guizzo sotto porta di “Pablito” Rossi, l’urlo leggendario di Marco Tardelli, il tris elegante di “Spillo” Altobelli. E il presidente Pertini che si alza in tribuna al “Santiago Bernabeu” per dire al mondo: «Non ci prendono più». Sono passati 37 anni da quell’11 luglio, quando l’Italia di Enzo Bearzot vinceva il suo terzo titolo mondiale, il primo dell’era moderna. Era il “Mundial” del 1982 e di quella mitica Nazionale che fece innamorare l’Italia intera la “chioccia” era Giampiero Marini, centrocampista lodigiano di 31 anni.
Marini in quella finale non giocò, ma nell’intera competizione collezionò cinque presenze. Il “Pirata” (che invece per il presidente della Repubblica era “Malik”) partì titolare nelle prime due partite contro Polonia e Perù, poi disputò gli spezzoni finali nelle straordinarie sfide contro Argentina e Brasile e fu protagonista per un tempo e mezzo anche nella semifinale ancora contro i polacchi.
Il giocatore dell’Inter vestiva la maglia numero 11, ma soprattutto era il leader silenzioso del gruppo insieme al capitano Dino Zoff e a Gaetano Scirea, tanto che fu proprio lui a coniare il soprannome “Zio” per il giovanissimo Beppe Bergomi, debuttante in quella Nazionale.

Leggi l’articolo sul “Cittadino” in edicola giovedì 11 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.