Tonali non basta, azzurrini ko

Tonali non basta, azzurrini ko

Italia Under 21 battuta dalla Polonia malgrado il debutto del santangiolino

Bologna

Il debutto europeo di Sandro Tonali non salva l’Italia Under 21, che perde la seconda partita del girone contro la Polonia e si mette nei guai nella corsa alle semifinali. Il 19enne centrocampista di Sant’Angelo entra nella ripresa e diventa il terzo più giovane azzurrino di sempre in un Europeo dopo Donnarumma e Balotelli. Ma non basta alla squadra di Di Biagio, che fallisce innumerevoli occasioni in attacco e pagano la rete di Bielik al 40’ del primo tempo. I polacchi sono a punteggio pieno, l’Italia è raggiunta a quota 3 dalla Spagna.

Vola in campo e vola anche negli ascolti invece la Nazionale di Milena Bertolini, che festeggia la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale con un nuovo record. Dopo i 3 milioni e mezzo di telespettatori (23.1% di share) che avevano seguito l’esordio con l’Australia e i 2 milioni 870 mila (23% di share) del match con la Giamaica, la sfida di ieri sera con il Brasile, trasmessa in prima serata da Sky Sport e Sky Mondiali e per la prima volta nella storia da Rai 1, ha fatto registrare 7 milioni e 322 mila telespettatori (6 milioni e mezzo sulla Rai), con il 32.8% di share. Meglio anche della Nazionale di Mancini, che in Grecia aveva fatto registrare “solo” 5.328.000 spettatori (28,8%).

Il Milan intanto ha ufficializzato Marco Giampaolo come nuovo allenatore: contratto biennale da due milioni a stagione. E ora il dt Paolo Maldini può iniziare le operazioni di mercato. Giovedì mattina infine la Juventus presenterà ufficialmente alla stampa Maurizio Sarri, chiamato a sostituire un tecnico super-vincente come Massimiliano Allegri.

Leggi tutti gli articoli sul “Cittadino” in edicola giovedì 20 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.