Mauro Boerchio, il portiere giramondo
Mauro Boerchio durante l'esperienza del 2015/2016 nelle isole Vanuatu

Mauro Boerchio, il portiere giramondo

Dalle giovanili nel Bano all’India passando per l’Australia, Malta, la Mongolia e le Maldive: quante avventure per il 29enne estremo difensore

Lodi

Il giro del mondo... in mezzo ai pali. Si può, se ti chiami Mauro Boerchio, fai il portiere di calcio e assieme al talento sul campo hai una buona dose di coraggio e tanto spirito di avventura. Dalle giovanili nel Sancolombano, infatti, il numero 1 originario di Pieve Porto Morone ne ha fatta di strada: dal Mediterraneo al Pacifico,tra le isole Vanuatu e Malta, passando per la Mongolia e le Maldive, fino ad arrivare in India, a Impala, dove il 29enne Boerchio è pronto per iniziare una nuova sfida nel massimo campionato nazionale, con la maglia dell’ambizioso Neroca.

Il Neroca

«Questa è un’altra sfida molto affascinante - ammette Boerchio, 29 anni -, avremo anche la possibilità di giocare la Champions League asiatica contro squadre di elevato livello cinesi, giapponesi e anche australiane».
Tra le esperienze più particolari sicuramente quella in Mongolia: «Mi ha affascinato e colpito tantissimo, ero partito con non molte aspettative e invece ho trovato una società e un livello calcistico piuttosto elevato. Pensavo di trovare arretratezza e invece ho trovato città molto più evolute della nostra, una vera e propria piacevole scoperta».

Boerchio intervistato in Mongolia

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 11 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.