Se il “Quadernario” fa rima con Calabria

Amedeo Anelli

Quadernario svolta in un nuovo progetto di Lieto Colle. Annualmente l’editore si propone la mappatura poetica di una regione d’Italia, stampando senza apparati critici un almanacco degli autori della regione prescelta dalla sua redazione. Il volume sulla Calabria raccoglie sicuramente una selezione di testi dei più significativi poeti contemporanei di questa regione, con qualche incursione nel passato. Impossibile citare tutti i poeti inclusi, nominiamo in primis sicuramente chi si è speso, oltre che come poeta, anche e in più ruoli, come sodale di imprese letterarie e diffusore a largo raggio della poesia: o come critico, o come fondatore di riviste, o come redattore eccetera... In tal senso citiamo Carlo Cipparrone, Bonifacio Vincenzi, Pino Corbo, Pierino Gallo e fra i “classici” Lorenzo Calogero e Corrado Alvaro. I nostri auguri all’editore per un’operazione che si farà difficile ed erta, per le regioni nelle quali vi sono i più grossi centri editoriali, risiedono la maggior parte dei poeti, e vi sono i più agguerriti centri di ricerca della penisola.

AA. VV.Quadernario. Calabria. Quasi a filo di luna. Almanacco di poesia. Lietocolle, Faloppio 2017, pp. 300, 20 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.