Il delitto e la colpa, un fardello per la vita

Vincenza Formica

Antoine ha 12 anni e vive con la madre a Beauval, una città di provincia. È un bambino solitario, invaghito della bella Emilie e, spesso emarginato dai compagni, si diverte con Ulisse, il cane dei vicini Desmedt, fino a quando il suo padrone spara all’animale a sangue freddo. Antoine, sconvolto, in un momento di rabbia, senza nemmeno rendersi conto di cosa sta facendo, colpisce a morte il piccolo Remi, figlio di Desmedt, nel bosco di Saint-Eustache dove il bambino, che ha una venerazione per lui, lo aveva seguito per giocare. Lemaitre in questo noir crea un meccanismo perfetto e, sullo sfondo di amicizie e rivalità tra i membri della piccola comunità, fa entrare il lettore nella mente del protagonista, nelle sue paure, nelle sue allucinazioni.Antoine passa i giorni, i mesi e gli anni successivi nell’angoscia crescente di essere scoperto immaginando cosa potrebbe accadere e cercando di fuggire da Beauval. Ma ogni volta che il passato sta per ritornare, avvenimenti del tutto imprevedibili cambiano irrimediabilmente il suo destino.

Pierre Lemaitre Tre giorni e una vitaMondadori Editore, Milano 2016, pp. 226, 18 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.