Licenziamento all’ICR, sono questi i motivi assunti dall’azienda

Licenziamento all’ICR, sono questi i motivi assunti dall’azienda

Una lettera del direttore generale

Chiediamo la pubblicazione della presente “rettifica”.

L’articolo intitolato “Tensione all’ICR, delegata della Uil viene licenziata”, pubblicato in data 11 settembre 2019 fornisce una versione del licenziamento disciplinare, intimato ad una dipendente, del tutto inveritiera e fuorviante, inducendo altresì al lettore l’erronea convinzione di un legame tra il provvedimento e la carica sindacale ricoperta dalla lavoratrice.

Utilizzando lo stesso registro narrativo del giornalista, ma evitando omissioni e semplificazioni ed in piena aderenza ai fatti, la vicenda può essere invece così sintetizzata: «Chiede una settimana di vacanza non prevista dal piano ferie discusso ed approvato dalla direzione con le singole maestranze ed al quale si sono conformate tutte le colleghe, giustificando la richiesta come funzionale alla fruizione di un viaggio offertole; al rifiuto della direzione, dichiara che si sarebbe comunque assentata ed il giorno della chiusura dell’azienda consegna un certificato medico attestante l’asserita necessità della figlia 12enne (e quindi di età superiore a quella massima - 8 giorni - prevista dal Ccnl per i permessi pediatrici) di fruire di una settimana di cure elioterapiche, proprio nella settimana prescelta dalla lavoratrice per il viaggio offertole”.

A fronte di simile vicenda è chiaro che l’affermazione secondo la quale l’ICR avrebbe licenziato la lavoratrice “nonostante avesse prodotto regolare certificato medico pediatrico per usufruire del diritto identificato come congedo per malattia del figlio” è frutto quantomeno di un superficiale controllo delle fonti.

Distinti saluti

Massimo Cappini

direttore generale ICR SpA

Lodi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.