Per ogni nuova futura logistica dobbiamofar piantare un bosco

Per ogni nuova futura logistica dobbiamo
far piantare un bosco

La proposta del sindaco di Orio Litta

Gentile direttore,

desidero condividere coi lettori un intervento trattato da Gesualdo Sovrano pochi giorni fa, quando parlava dell’inquinamento alle stelle e della logistica, certo una delle cause di tale fenomeno che ci pone a un triste primo posto nella classifica di Mal’Aria.

Mi preme porre l’attenzione su un dato di fatto molto semplice e sotto gli occhi di tutti i cittadini. Ogni stagione invernale vengono tagliati centinaia di alberi nel Lodigiano, senza che ci si preoccupi poi di ripiantumare. Alberi semi secolari lungo le strade, alberi secolari lungo le rive di fossi e canali diventano ottima legna da ardere. In tal modo lasciamo la porta sempre più aperta all’azione degli inquinanti come la formaldeide e i particolati.

Quanto sia importante il ruolo di un albero non lo scopro certo io e lascio ai lettori il piacere dell’ appronfondimento. Ma, visto i tristissimi dati padani sulla cappa di smog che da anni ci fascia e ci circonda, perché non contrastarla questa cappa grigia rendendo più verdi gli spazi dove viviamo? Sergio Harari nella sua rubrica “ Pillole di salute” sul “ Corriere della Sera” pochi giorni fa citava recenti studi che dicono quanto le piante possano migliorare l’aria che respiriamo riducendo le concentrazioni di inquinanti. Anche a scuola il tema è da spesso trattato, ma se poi i bambini vanno in passeggiata e assistono al taglio annuale dei grandi alberi senza vedere al loro posto pianticelle nuove, allora la sensibilizzazione educativa serve a ben poco.

Da amministratore pubblico mi sento di fare una proposta ai colleghi con cui mi troverò al tavolo fra pochi giorni per parlare di logistiche nella Bassa: inserire in eventuali protocolli d’intesa “idonee iniziative di contrasto”, come suggerito da Sovrano: ad esempio, l’obbligo di creare un adeguato bosco in zone limitrofe all’insediamento o comunque nel territorio comunale interessato dalla logistica. Ne trarranno beneficio i nostri polmoni ma anche il cervello, che migliora le sue funzioni intellettive proprio grazie all’azione degli alberi.

Pierluigi Cappelletti

sindaco di Orio Litta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.