Notte bianca e fuochi sul fiume,al via i preparativi

Notte bianca e fuochi sul fiume, al via i preparativi

Comune di Lodi

Fervono i preparativi per l’appuntamento ‘clou’ dell’estate lodigiana. È iniziato in questi giorni l’iter di preparazione al momento più atteso dell’estate lodigiana, quando la città si tingerà dei colori e delle atmosfere uniche della ‘Notte bianca’ e dei Fuochi d’artificio sul fiume.

Sabato 21 luglio vivremo una serata intensa e appassionante, in cui la città si ritroverà unita in strada e sulle rive dell’Adda per vivere le emozioni di ore spensierate, divertenti e di forte socialità. La Notte bianca torna protagonista insieme alle tante persone che la stanno organizzando, dentro e fuori il Comune, promuovendo così l’immagine di una comunità vivace e interessata alle buone proposte culturali e disposta a mettersi in gioco, come nel caso degli esercizi commerciali, per creare buone occasioni di sviluppo economico.

L’appuntamento del 21 luglio, che si svolge in un’area perimetrata del Centro storico allargato (si veda la mappa allegata) avrà inizio alle ore 19 e termine alle 2 di notte: nella stessa sera avremo il notevole impatto scenografico dei fuochi d’artificio.

Motivi di sicurezza consigliano quest’anno di circoscrivere l’area in cui si svolge la Notte bianca, con tutte le proposte di intrattenimento che ne fanno parte, entro limiti spaziali ben precisi, con i varchi di accesso che consentono entrate e uscite. Per lo stesso motivo, quello di regolare con molta attenzione il flusso delle migliaia di persone che prevedibilmente si riverseranno in città, l’ordine e la sicurezza pubblici saranno garantiti al meglio.

Insieme al Comune, le associazioni cittadine del commercio e dell’artigianato sono protagoniste della serata.

Sono stati pubblicati, a tal proposito, sul sito web www.comune.lodi.it nella sezione dello Sportello Unico Attività produttive (Suap) i moduli necessari affinché le associazioni o il singolo esercente si possano “iscrivere” alla serata: i moduli devono essere compilati e inviati in Comune entro il 5 luglio.

È prevista una doppia possibilità: ci si può limitare alla richiesta di un normale utilizzo del plateatico, oppure i pubblici esercizi e le attività artigianali di somministrazione possono ospitare band musicali, impianti di amplificazione e altri strumenti per proporre uno spettacolo. In questi casi non si è soggetti al pagamento dell’ordinaria quota dovuta per l’occupazione di suolo pubblico, che resta invece invariata nel caso si espongano, come di consueto, tavoli e sedie per la normale attività commerciale.

Invitiamo ogni esercizio a diventare protagonista, organizzando liberamente l’attività e proponendo quanto ritiene utile e interessante in vista di un’occasione unica come la Notte bianca. Da parte nostra stiamo agevolando quanto più possibile la procedura, convinti che grazie all’apporto di ognuno la città intera godrà di un’esperienza indimenticabile.

Lorenzo Maggi

vicesindaco di Lodi

© RIPRODUZIONE RISERVATA