La storia di Casale in una... casa
Marco Bassi

La storia di Casale in una... casa

Appassionato ricercatore, Marco Bassi ha collezionato migliaia di volumi, di cui molti dedicati alla sua città

Un collezionista “matto e disperatissimo”, con una passione infinita per la storia e la ricerca. Da declinarsi attraverso i libri, dei quali possiede ormai migliaia di esemplari, una grossa parte dei quali dedicati alle vicende del suo territorio. Benvenuti a casa di Marco Bassi, allora, un autentico archivio privato sul Lodigiano: con un occhio di riguardo per Casalpusterlengo, la città in cui vive.

Da quando è in pensione, Marco Bassi si è potuto dedicare al suo grande amore: collezionare volumi. E il suo studiolo-biblioteca è arrivato a contarne circa 3800, di cui una fetta non indifferente dedicata alla storia di Casale: ben 138 titoli. Una raccolta di cui andare fieri, compresa una chicca che il padrone di casa mostra con orgoglio. «È il primo volume sulla storia di Casale», “Storia di Casalpusterlengo”, recita il titolo didascalico, compilata dal sacerdote professore Luigi Alemanni.

Impossibile riassumere in poche righe tutte le perle, gli autori, i titoli nell’archivio di Bassi. Che oltre a volumi su Casale e sul Lodigiano ha altri pezzi pregiati, come la Genesi scritta in aramaico, “me l’ha regalata un frate cappuccino di Tortona», racconta lui. Che quando si immerge nei suoi libri, lo fa con il piglio dell’autentico studioso. «Quando si concentra nei suoi studi, nella sue ricerche, nessuno può disturbarlo per ore», confermano moglie e figlie. Silenzio, allora. E buona lettura.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 13 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.