In “viaggio” con i libri tra storia e fantasia

In “viaggio” con i libri tra storia e fantasia

Torna con tante proposte la consueta rubrica letteraria de “il Cittadino”

Un viaggio con Paolo Rumiz tra i luoghi, la storia e la fede, alle radici dell’Europa. La poesia come un canto, in omaggio a una montagna speciale. E ancora la storia di un riscatto personale, il ritorno di uno degli investigatori più amati di tutti i tempi e una lunga crociera, sugli oceani e nel tempo, sulle barche che hanno scoperto il mondo. È come di consueto ricca di spunti e contenuti differenti la proposta settimanale letteraria de “il Cittadino”, uno scaffale sul quale trovare tanti titoli da godersi anche in vacanza.

A farla da padrone, pur declinato sotto forme e contenuti differenti, è il tema del viaggio. Quello nei luoghi, nella spiritualità e nell’anima attraverso il quale Paolo Rumiz riannoda “Il filo infinito” delle radici del Vecchio Continente (Feltrinelli, 176 pagine); e quello che il disegnatore francese Jean-Benoit Heron illustra letteralmente in “Barche che hanno scoperto il mondo” (Nutrimenti, 127 pagine), una traversata che solca i secoli e gli oceani portandoci su velieri vichinghi e navi leggendarie assieme ai popoli e ai grandi personaggi che hanno segnato la definizione del pianeta come lo conosciamo oggi.

Verso l’alto punta invece la consueta proposta poetica di Amedeo Anelli: è “Il Monviso e il suo rovescio”, ode in 286 pagine edite da Mursia dedicata da Beppe Mariano alla “voce” della montagna da cui nasce il grande Po. E se Jennifer Clement affida ai tipi di Mursia il suo “Gun Love” (264 pagine), parabola di resistenza e riscatto dalla miseria di una giovane ragazza americana, è un autore ceco, Petr Macek, a scandire l’originale e appassionante ritorno di Sherlock Holmes, qui ultraottantenne ma indomito segugio lanciato assieme al fedele Watson sulle tracce de “Il messaggero di Hitler” nel pieno dell’ascesa del mostro nazista (Giallo Mondadori, giugno 2019, 176 pagine).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.